Asfalti e strade. Gli impegni del sindaco Carlà Campa per la frazione di Villore

Cronaca
visibility264 - giovedì 25 novembre 2021
di Redazione
L'assemblea a Villore
L'assemblea a Villore © N. C.

Circolo strapieno a Villore, ieri sera, con oltre 70 persone (rigorosamente con green pass) che hanno partecipato all’incontro con la Giunta.

Presenti il sindaco Filippo Carlà Campa e gli assessori Franco Vichi, Rebecca Bonanni, Laura Bacciotti e Sandra Pieri, oltre al consigliere del sindaco Fabio Cipriani.
Viabilità e sicurezza stradale i temi più discussi, anche la richiesta da parte degli abitanti di Villore e Ampinana di interventi di riasfaltatura.

Si è parlato inoltre di gestione dei rifiuti e l’istituzione di apposite isole ecologiche ad hoc ed ancora della mancanza di ossari al cimitero locale, dei disagi legati alla copertura connessione Internet e al segnale telefonico. E si sono forniti puntuali chiarimenti sulla Tari.

“Promettere senza poi non fare non rientra nel nostro Dna”, ha dichiarato il sindaco. Che ha aggiunto: “Nel 2022 metteremo in sicurezza le strade delle frazioni e il manto stradale sarà risistemato a dovere, con personale del Comune. Solo per Villore e le zone limitrofe l’investimento sarà intorno ai 950mila euro, un grosso intervento - ha sottolineato - I lavori consentiranno tra l’altro di dare soluzione al ripristino in sicurezza del ponte di Trasassi e alle frane di Paterno e Carbonile”, oltre alle strade bianche del territorio (Puntone-I Bensi, Villore-Corella fino a Campogianni, Segoni- Villore, ecc). E riguardo alla gestione e la manutenzione della strada vicinale di Poggiosecco, la Giunta ha proposto la costituzione di un apposito consorzio, con la partecipazione diretta del Comune.

Nel corso dell’incontro c’è chi ha riproposto la costituzione nelle frazioni dei “Comitati di partecipazione”, esperienza in essere in anni precedenti e poi esauritasi: “Se ci sono disponibilità da parte dei cittadini per ricreare questi soggetti, ben vengano - ha detto il sindaco -. Una cittadinanza attiva è di buon auspicio e di stimolo per la politica e le istituzioni, per evidenziare i bisogni, interpretarli e tradurli in risposte, in azioni. Ed essere qui in tanti stasera - ha concluso - è un segnale forte”.
Sulle altre istanze segnalate dai cittadini, si rifarà il punto negli incontri che si terranno in primavera.

Lascia il tuo commento
commenti