Incendio Campigno. I Forestali denunciano l'uomo che aveva acceso il fuoco per bruciare starpaglie

L'incendio era avvenuto i primi giorni di agosto. Poi i sospetti e l'indagine per incendio colposo. Fu trovato con il pennato ancora in mano

Cronaca
visibility969 - venerdì 17 settembre 2021
di Redazione
Più informazioni su
Carabinieri Forestali
Carabinieri Forestali © Carabinieri Forestali

I Carabinieri Forestali nel Comune di Marradi (FI) hanno denunciato un uomo che per smaltire residui vegetali, tramite abbruciamento, aveva causato un incendio boschivo per una estensione complessiva di 17 mila metri quadrati .

All'epoca dei fatti (il 3 agosto, Qui il nostro articolo) i militari della Stazione Carabinieri forestale di Palazzuolo sul Senio (FI) erano intervenuti  sul luogo ove era avvenuto un incendio boschivo, in località Godivenzola Ravale, Frazione Campigno nel Comune di Marradi(FI). Il fuoco aveva interessato una vasta area, per una superficie complessiva di circa 17.850 metri quadrati di bosco e comportato, sia per la velocità di propagazione delle fiamme che per la tipologia del territorio, l’impiego di due elicotteri in convenzione con la Regione Toscana, che avevano coadiuvato le operazioni di spegnimento delle squadre a terra di Vigili del fuoco e volontari AIB.

 

 

I militari avevano eseguito rilievi e sopralluoghi miranti a verificare il punto di insorgenza dell’evento, individuandolo in un sito di combustione di residui vegetali, realizzato sul terreno.

Il tutto risconttando che nell’area erano in corso la potatura ed il taglio di arbusti e vegetazione infestante.

I Carabinieri forestali avevano quindi acquisito tutte le informazioni utili dal personale intervenuto nello spegnimento e dal proprietario del terreno interessato dal passaggio delle fiamme, il quale asseriva che il terreno fosse condotto ad uso gratuito da un’altra persona.

Interpellato quest’ultimo, affermava di non essersi accorto dell’evento ma balzava agli occhi dei militari un ciuffo di capelli bruciati sulla fronte, gli abiti sporchi di fuliggine e numerosi graffi sulle gambe e sulle braccia, segni evidenti del fatto di essere stato a contatto con il fuoco e tra l’altro, teneva in mano una roncola atta alla potatura e al taglio di arbusti e vegetazione infestante.

È stato dunque denunciato all’AG perché, bruciando un cumulo di residui vegetali derivanti dalla potatura e dal taglio di arbusti e altra vegetazione infestante, in periodo di grave pericolosità per gli incendi boschivi, senza rispettare le norme e le precauzioni previste per la prevenzione degli incendi boschivi, incurante del vento e delle condizioni di secchezza della vegetazione e del materiale al suolo, aveva causato colposamente un incendio boschivo.

E’ stato anche elevato a suo carico, in connessione con il reato, un verbale amministrativo di 240 euro

Lascia il tuo commento
commenti