Faentina. Giannelli denuncia problemi. E l'arrivo di vecchie automotrici da altre zone d'Italia

Cronaca
visibility463 - martedì 27 luglio 2021
di Redazione
Più informazioni su
Assembramenti sulla Faentina
Assembramenti sulla Faentina © N.c.

La nuova denuncia di Giampaolo Giannelli (Forza Italia):

E così i problemi della Faentina, invece che risolversi, si moltiplicano. E'  un vero girone infernale quello nel quale si trovano ogni giorno i pendolari che dal Mugello si recano a Firenze e viceversa. In particolare, viene segnalato da quasi un mese il quotidiano problema del regionale in partenza da Borgo S.L.  delle 9.32 per Santa Maria novella, con una situazione di assembramento indescrivibile. Secondo quanto leggiamo, nei prossim giorni la situazione sarà risolta con un aumento di mtaeriale viaggiante...sarà cosi? Speriamo, perchè i pendolari mugellani lamentano di aver presentat diversi reclami legati a questa situazione....alla faccia della sicurezza!

Certo che la linea Faentina, nel complesso, è veramente oltre ogni limite di immaginazione umana: Basti pensare alle modifiche agli orari dei treni della Linea Firenze -Borgo San Lotenzo di queste settimane, causato da un consumo anomalo delle ruote dei treni Minuetto che richiede, per migliorare la regolarità del servizio e a valle di approfondite verifiche, alcuni interventi tecnici sia sui treni sia sull’infrastruttura. Questo ha portato alla sostituzione di corse in alcuni casi, in altri all’utilizzo di treni diversi rispetto a quelli previsti.

Ed ora, con i Minuetto che hanno qualche problema ai bordini, ecco che in Faentina, tornano in auge le "vecchie" automotrici.

Infatti, apprendiamo da ferrovie.info, che per sopperire allo stop di questi treni che necessitano di manutenzione, Trenitalia sta trasferendo automotrici ermiche verso la Toscana.L'ultimo di questi invii ha riguardato le ALn 663.1161 e .1169 che da Benevento sono appunto state trasferite in questa regione. La sicurezza prima di tutto ovviamente....ma ci chiediamo quando questa linea, così disgraziata, vedrà un piano vero e strutturale, certo e definitivo.

Ci chiediamo quando partirà, dal Presidente Giani e dall'Assessore Baccelli, un qualcosa che non abbia più il sapore di promesse e dichiarazioni di intenti. Ma soldi freschi, risorse certe, piani strutturali pronti a decollare.

Nel frattempo, il quotidiano girone infernale dei pendolari mugellani comtinua. Fino a quando?

Giampaolo Giannelli, responsabile regioale dipartimento trasporti e lavori pubblici Forza Italia Toscana.

 

Lascia il tuo commento
commenti