Guardia medica Firenzuola. La civica fa il punto

La ricostruzione degli ultimi eventi legati alla copertura del servizio di guardia medica

Cronaca
visibility156 - domenica 25 luglio 2021
di Redazione
Più informazioni su
Guardia medica
Guardia medica © Pixabay

Vogliamo ripercorrere, insieme ai cittadini, alcuni fatti salienti che negli ultimi mesi hanno interessato la nostra comunità sul tema “Guardia Medica”. Così la lista civica Bene Comune, che spiega: 

✓ 📌 Dalla seconda metà del mese di maggio abbiamo iniziato ad avere disagi per la mancata copertura di alcuni turni del servizio di Guardia Medica e la conseguente disposizione provvisoria di rivolgersi per questo servizio al presidio di Palazzuolo sul Senio.

Per chiarire a tutti che cosa abbia determinato questa scelta basta riportare un episodio verificatosi domenica 16 maggio. Per fare una constatazione di morte, dal momento che i medici di famiglia non erano in servizio e il medico della Guardia Medica di Palazzuolo si è rifiutato di andare a Piancaldoli per non lasciare scoperto il servizio per più di tre ore, è dovuto intervenire il servizio di Emergenza del 118 (ambulanza + medico), lasciando scoperta la postazione di Firenzuola per un lasso dii tempo notevole.

✓ 📌 In data 7/6, in sede di Consiglio comunale, si è votata all’unanimità una mozione proposta dalla maggioranza rivolta a tutti gli Enti competenti in materia, che chiedeva il completo ripristino di tale servizio. Durante il dibattito il gruppo Bene Comune ha chiesto spiegazioni sulla soppressione di alcuni turni di Guardia Medica solo a Firenzuola e ribadito la necessità di un’informazione corretta alla popolazione sul problema, in quanto dalle dichiarazioni delle Associazioni Mediche e del Presidente del 118 nazionale emergevano molte preoccupazioni circa la carenza di medici in vari settori. Il problema è stato confermato e discusso anche nel Consiglio dell’Unione dei Comuni, in data 9/6. Contemporaneamente la stampa locale si è interessata alla questione, scatenando sicuramente nei cittadini inquietudine e preoccupazione.

✓ 📌 Nel Consiglio comunale del 29/6 abbiamo richiesto ancora al Sindaco, membro della Giunta della Società della Salute, chiarimenti sulla Guardia Medica a Firenzuola, in quanto si assisteva di fatto ad un peggioramento della situazione con sempre più frequenti turni non coperti. La risposta, che tutti possono verificare nelle registrazioni, ha lasciato tutti molto perplessi:  

â–ª “La causa del disservizio è il pensionamento di tre medici”,

â–ª “Non vi è alcuna nessuna risposta ufficiale alla mozione, ma vigileremo”.

Rileviamo che dei medici citati solo uno e solo al 50% operava nel servizio di Guardia Medica, dimostrando che ancora una volta le informazioni date erano parziali e non verificate.

Con queste premesse e sollecitati dalla cittadinanza, che, come succede spesso in simili momenti critici, stava prefigurandosi “l’abolizione del presidio di Guardia Medica”, abbiamo deciso di sostenere chi voleva dare voce ai cittadini tramite una petizione popolare, sconcertati anche dalla mancanza da parte del Direttore USL Toscana Centro di una risposta ufficiale all’Amministrazione, come riferito in Consiglio dal Sindaco, quando lo stesso Direttore avrebbe comunicato ad un semplice cittadino  

- “che Il presidio non era stato abolito”,

- “che i turni, secondo l’attuale assetto organizzativo, sono e saranno coperti da un medico presente in sede”,

- “che, viste le difficoltà ‘del momento’ nel reperire i medici da mandare a Firenzuola, il presidio sarebbe rimasto coperto da quello di “Palazzuolo sul Senio”.

Abbiamo giudicato queste affermazioni alquanto irriguardose e semplicistiche nei confronti della nostra comunità: se si mantiene il presidio, questo deve essere efficiente ed efficace come lo è stato fino ad adesso; altre soluzioni, conoscendo veramente il territorio e l’andamento dell’entità della popolazione nel periodo estivo, sono del tutto inutili ed incongruenti con la nostra realtà e le sue necessità.

Inoltre è legittimo porsi alcune domande:                                                                            

Perché chi è responsabile dell’organizzazione del Servizio mantiene due medici di presidio della Guardia medica a 12 km. l’uno dall’altro con una popolazione residente ed un’estensione del territorio inferiore a Firenzuola? Non si dovrebbe salvaguardare la salute di tutti allo stesso modo? Come i cittadini di Marradi e Palazzuolo sul Senio hanno diritto legittimo al servizio di Guardia Medica, anche quelli di Firenzuola meritano eguale trattamento?

Infine alcune considerazioni generali “di natura politica” sulla famigerata carenza di medici di Guardia Medica. Questi sono operatori ‘professionisti’ convenzionati con USL/Regione per le prestazioni offerte. Quando si è offerto loro una migliore retribuzione per operare in altri servizi legati all’emergenza Covid (vedi vaccini, USCA, etc.) si è assistito ad un abbandono di tale Servizio, specie in sedi disagiate come Firenzuola. La vera domanda a tutto questo è: “Se e quando i medici avranno la convenienza a tornare a Firenzuola?”.

✓ 📌 In data 10/7 in un comunicato il Sindaco ribadisce quando già espresso sopra, ma con due affermazioni che non ci lasciano perplessi:

- La gente non può trovare conforto dal fatto che “il disservizio sia equamente distribuito con gli altri comuni del distretto”, in primo luogo perché il problema rimane ed in secondo luogo perché ‘il mal comune mezzo gaudio’ non si addice alla nostra logica visione della società, che vuol eliminare il ‘mal’, non condividerlo.

- Inoltre non siamo più disposti a ‘pazientare’, perché riteniamo ‘preoccupante’ questa situazione; la gente di Firenzuola, oltre che per la discarica, la viabilità, i servizi sanitari tolti, ha già dato. Per questo continueremo con i mezzi che abbiamo a disposizione a farci sentire ed il sostegno alla raccolta firme è uno di questi, senza alcuna intenzione di fare “allarmismo” gratuito, anche se, visto il calendario dei turni scoperti a luglio, qualche inquietudine c’è. Quindi il proposito di contrastare questa inefficienza che penalizza in modo pesante il nostro comune in un diritto fondamentale qual è la “salute” rimane fermo.

Lascia il tuo commento
commenti