Rischio varianti. Palazzuolo sospende la possibilità di spostarsi nei comuni oltre confine regionale

Fino ad ora per gli abitanti dei paesi di confine era possibile entrare in Emilia Romagna per non più di 30 Km, anche per la spesa. Ora solo per 'lavoro, salute ed urgenza'. Presidio di Carabinieri e Municipale al confine

Cronaca
visibility1766 - sabato 27 febbraio 2021
di Redazione
Più informazioni su
Il confine
Il confine © N.c.

Coronavirus, per l'incremento di casi di contagio l'area metropolitana di Bologna è entrata in zona arancione scuro e presto la stessa misura verrà estesa alla Romagna. La situazione preoccupa il sindaco di Palazzuolo sul Senio Philip Gian Piero Moschetti che, temendo una rapida diffusione dei casi di positività, ha deciso di emettere un'ordinanza contingibile e urgente di sospensione degli spostamenti entro una distanza di 30 km. Inoltre è previsto un presidio di carabinieri e polizia municipale sul ponte di Misileo, che collega il comune palazzuolese con il confinante comune romagnolo di Casola Valsenio.
Considerati il carattere particolarmente aggressivo e diffusivo delle varianti del virus CoViD 19 e l’incremento dei casi nei comuni limitrofi delle province di Bologna e Ravenna, l'ordinanza emessa questa sera dal sindaco dispone che "dal territorio comunale non sono consentiti gli spostamenti da e verso i comuni dell’Emilia Romagna distanti meno di 30 chilometri dai confini comunali" ammessi dai provvedimenti governativi. Sono vietati anche gli spostamenti per fare la spesa. Restano comunque consentiti gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o di istruzione, da situazioni di necessità, ovvero per motivi di salute.
"La serietà della situazione dei contagi nei comuni vicini sul territorio della Regione Emilia Romagna - sottolinea il sindaco di Palazzuolo sul Senio Philip Gian Piero Moschetti - richiede che sia sospesa la norma che permette lo spostamento nei 30 km dal confine da e verso il territorio comunale. La sospensione ha effetto fino al 14 marzo per permettere che sia vaccinata almeno la parte più debole della nostra popolazione. Ricordo a tutti i cittadini - conclude il sindaco - di rispettare le regole anticovid: distanziamento sociale, uso della mascherina igienizzazione delle mani, ridurre al minimo indispensabile i contatti interpersonali”

Lascia il tuo commento
commenti