Palazzuolo. Sversamento di gasolio nel Senio. Attivate le procedure di contenimento

Intervenute Arpat, Protezione Civile e Carabinieri Forestali. Individuata la causa

Cronaca
visibility743 - giovedì 18 febbraio 2021
di Redazione
Più informazioni su
La barriera galleggiante nei pressi di Palazzuolo
La barriera galleggiante nei pressi di Palazzuolo © Arpat

Il 17 febbraio 2021, ARPAT è stata attivata dalla sala operativa della Protezione civile per la presenza di gasolio nel fiume Senio, poco a monte del Comune di Palazzuolo, presumibilmente proveniente da una cisterna interrata a servizio delle abitazioni sparse soprastanti.

L'intervento del personale ARPAT è stato complicato da una frana che interrompeva la statale 302 e che imponeva di passare da Firenzuola per raggiungere il posto.

In mattinata l'Agenzia, prima di recarsi sul posto, ha quindi dato supporto telefonico sia al Comune che ai Carabinieri forestali, per indirizzare la ricerca della contaminazione; ha inoltre avvisato HERA, per eventuali problemi all'acquedotto, e la protezione civile di Ravenna, che ha installato panne assorbenti a valle. Una barriera galleggiante sul fiume nel paese di Palazzuolo è stata invece installata dalla Protezione civile della Città metropolitana di Firenze (vedi immagine). È stata infine attivata anche l'Agenzia per la protezione ambientale dell'Emilia Romagna.

Nel pomeriggio i Carabinieri forestali hanno individuato la cisterna che perdeva: un vecchio serbatoio di gasolio di una casa non abitata, pochi decine di metri a monte del fiume. È stato quindi contattato il proprietario che in serata ha fatto intervenire una ditta per completare il suo svuotamento. Ci si attende che nelle prossime ore il proprietario si attivi per le dovute misure di contenimento e prevenzione come previsto dalla normativa. L'evento ha costretto HERA a disattivare una presa dell'acquedotto a Casola Valsenio.

 

Lascia il tuo commento
commenti