Tari. Alia spiega a OK!Mugello chi ha diritto alle riduzioni e Borgo e Scarperia – San Piero

Nicola Di Renzone

Tari. Alia spiega a OK!Mugello chi ha diritto alle riduzioni e Borgo e Scarperia – San Piero

Tari. Alia spiega a OK!Mugello chi ha diritto alle riduzioni e Borgo e Scarperia – San Piero
05/09/2019

Dietro richiesta della redazione di OK!Mugello una nota di Alia spiega:

La TARI, Tariffa Rifiuti e Servizi, entrata in vigore dal 1° Gennaio 2014, è relativa ai servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti, oltre che alla pulizia delle strade. Con questa imposta si coprono i costi sostenuti da ogni Comune per il servizio di gestione dei rifiuti. La TARI è composta da una parte fissa ed una parte variabile; solitamente eventuali scontistiche sono calcolate sulla parte variabile.

L’imposta è dovuta da tutti i titolari di locali che, in base alla loro destinazione d’uso, possono produrre rifiuti. Trattandosi di una tributo locale è possibile che i singoli Comuni possano deliberare diverse modalità di applicazione. È sempre necessario, quindi, consultare le istruzioni e i Regolamenti di ogni singolo Comune.
Nello specifico per l’area del Mugello Alia Servizi Ambientali SpA gestisce soltanto quella dei comuni di Borgo San Lorenzo e Scarperia e San Piero, comuni dove dal 3 dicembre 2018 è stato attivato il sistema di raccolta porta e porta dei rifiuti urbani “pay-it”. Per gli altri 3 comuni è quindi necessario chiedere lumi direttamente alle amministrazioni comunali.

In merito ai due comuni di competenza di seguito dettagli.

SCARPERIA e SAN PIERO

Le utenze domestiche possono ottenere la riduzione del 10% della tariffa se hanno i seguenti requisiti:

1. Non aver subito sanzioni per il mancato rispetto del Regolamento di Gestione dei Rifiuti negli ultimi 5 anni di imposta;

2. Aver conferito rifiuti urbani indifferenziati in misura inferiore a 125 litri per occupante;

3. Aver effettuato almeno un conferimento di rifiuti indifferenziati

4. Aver effettuato almeno un conferimento di rifiuti recuperabili di natura organica e un conferimento di rifiuti cellulosici (carta e cartone)

Per le utenze che conferiscono pannolini per bambini e/o pannoloni per adulti/presidi sanitari le modalità per ottenere la riduzione del 10% della tariffa sono diverse:

– Fino a 1300 litri per ogni nato residente, fino al compimento del 3° anno di età (non occorre presentare richiesta);

– Fino a 2600 litri per ogni occupante residente affetto da patologie riconosciute da SSN che comportino l’utilizzo di pannoloni/presidi sanitari (da richiedere con apposita autocertificazione su modulo scaricabile dal sito internet comunale o su www.aliaserviziambientali.it)

Per le utenze non domestiche, invece i requisiti per ottenere la riduzione sono:

1. Non aver subito sanzioni per mancato rispetto del Regolamento di Gestione dei Rifiuti negli ultimi 5 anni di imposta;

2. Aver effettuato almeno un conferimento di rifiuti indifferenziati;

3. Avere un rapporto tra rifiuti indifferenziati conferiti (RUI) e rifiuti recuperabili quali carta/cartone e rifiuti organici (RUD) minore o uguale al 15%;

In entrambi i casi, per il 2019, come primo anno di attivazione della raccolta porta a porta, verranno considerati i conferimenti effettuati dal 01/07/2019 al 31/12/2019.

BORGO SAN LORENZO

Le utenze domestiche possono ottenere la riduzione del 20% della parte variabile della tariffa annua SOLO per il II° semestre, se hanno i seguenti requisiti:

· aver conferito rifiuti urbani indifferenziati in misura inferiore a 130 litri per occupante nel periodo 1° luglio – 31 dicembre 2019;

· aver conferito rifiuti urbani indifferenziati in misura inferiore a 1.300 litri per occupante, nel caso di presenza nel nucleo familiare di un/una bambino/a inferiore ai tre anni di età, nel periodo 1° luglio – 31 luglio 2019;

· aver conferito rifiuti urbani indifferenziati in misura inferiore a 2.600 litri per occupante, nel caso di presenza nel nucleo familiare di componenti effetti da patologia riconosciute dal Servizio Sanitario Nazionale che necessitano dell’utilizzo di pannoloni ed/od altri presidi medici, nel periodo 1° luglio – 31 luglio 2019;

Per le utenze non domestiche, invece il requisito per ottenere la riduzione è che la produzione di rifiuti indifferenziati sia tale che il rapporto con la quantità di rifiuti differenziati prodotti sia inferiore od uguale al 15%.

Non sarà applicata alcuna riduzione per l’anno in corso a quelle utenze cui sono state contestate violazioni, e successive sanzioni.

Per maggiori dettagli ti segnalo che il comune di B0rgo San Lorenzo ha realizzato una pagina di FAQ in merito (clicca qui ):

Nicola Di Renzone


Direttore responsabile della testata giornalistica OK!Mugello.

Un commento

  1. Piero ha detto:

    Radice comune dei regolamenti dei due Comuni, è il non superamento di un dato numero di litri di indifferenziata.
    Bisognerà quindi calcolarsi il volume del bidoncino e contare le volte che esso viene esposto per la vuotatura, affinchè si possa tenere sotto controllo il numero di litri totali conferiti.
    Quando prossimi al limite, oltre il quale non si avrà più diritto allo sconto, dovremo fare una scelta di vita: come gestire gli ulteriori litri prodotti come rifiuti?
    Saranno possibili varie soluzioni:
    1) evitare di fare rifiuti
    2) provare a mangiarli
    3) andare nottetempo a giro per il paese, alla ricerca di bidoncini altrui, mezzi vuoti, per riempirli con i nostri rifiuti
    4) bruciarli nella stufa a legna per risparmiare sulle spese di riscaldamento (solo per chi può)
    5) sempre nottetempo, gettarli, in sacchetti anonimi, lungo una qualche strada poco frequentata (e questa sarà le prima cosa che verrà attuata dai cittadini, dopo aver vista disattesa le loro speranze di sconto sulla fattura a saldo [chiapperella questa grossa come una casa, ma che farà abboccare diversi coglioni]).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA