Borgo. ‘Opposizioni snobbate’. Atria e Ticci (Lega), scrivono al Prefetto

Redazione OK!Mugello

Borgo. ‘Opposizioni snobbate’. Atria e Ticci (Lega), scrivono al Prefetto

Borgo. ‘Opposizioni snobbate’. Atria e Ticci (Lega), scrivono al Prefetto
06/08/2019

Ritenendosi lesi nel proprio diritto di consiglieri di opposizione ad avere risposte in tempi chiari e certi, i consiglieri Atria e Ticci (Lega Salvini premier) di Borgo San Lorenzo hanno scritto la seguente lettera al Prefetto di Firenze, Laura Lega:

Violazione dell’obbligo di risposta nei termini di legge e regolamento agli atti presentati dai Consiglieri comunali.

La legge è uguale per tutti o forse “flessibile” a comodo e opportunità?

Forse l’amministrazione borghigiana a trazione DEM “sine cura” è titolare di un diritto “supra legem”?

Quando viene meno o viene leso o snobbato un sacrosanto diritto dei consiglieri comunali; quando soprattutto non si forniscono risposte nei termini di legge e di regolamento su temi particolarmente caldi e delicati; quando si pensa (forse) che i consiglieri comunali non arrivino a compiere azioni a tutela dell’interesse della collettività e dei cittadini; quando, nonostante ripetuti appelli fatti al rispetto del ruolo dei consiglieri comunali che esercitano ai sensi di legge la loro funzione ispettiva, ma che spesso viene disattesa o snobbata dal Sindaco e dagli altri destinatari in rappresentanza dell’Amministrazione; allora si arriva a fare questo.

OGGETTO: Violazione dell’obbligo di risposta nei termini di Legge e Regolamenti Comunali agli atti presentati dai Consiglieri comunali del Gruppo “Lega Salvini Borgo San Lorenzo” da parte della Giunta del Comune di Borgo San Lorenzo.

I sottoscritti, nella qualità di Consiglieri del Comune di Borgo San Lorenzo, ed esclusivamente per lo svolgimento delle funzioni connesse all’espletamento del mandato amministrativo;

PREMESSO

– di aver presentato formalmente:

1) in data 22/07/2019 Interrogazione a risposta orale e scritta a firma dei Consiglieri Claudio Ticci e Francesco Atria, diretta al Sindaco e all’Assessore di competenza del Comune di Borgo San Lorenzo ed avente ad oggetto: “Eliminazione di n.3 spazi con sosta regolamentata a disco orario per istituzione di spazi sosta riservati a mezzi di soccorso del centro radio soccorso (C.R.S.) in Via Giotto a Borgo San Lorenzo”

2) in data 28/07/2019, Domanda d’Urgenza a firma del Consigliere Claudio Ticci e del Consigliere Marco Giovannini (Gruppo MoVimento 5 Stelle), diretta al Sindaco e all’Assessore competente del Comune di Borgo San Lorenzo ed avente ad oggetto:

“Presenza di cumuli di terreno proveniente da scavi accatastati lungo il parcheggio del Parco della Misericordia(Pertini) in Viale Giovanni XXIII verso Via Gobetti.”

3) nonostante gli atti presentati, nei modi e nei tempi indicati dal TUEL e dal Regolamento del Consiglio Comunale, tra l’altro su temi particolarmente caldi e delicati che riguardano il nostro paese, il Sindaco e gli assessori competenti, ad oggi, non hanno fornito risposta formale alcuna, nonostante siano trascorsi i termini di legge e di regolamento;

RITENUTO

che il comportamento omissivo del Sindaco e degli assessori competenti viola il TUEL ed il Regolamento del Consiglio Comunale, il quale prevede il diritto dei Consiglieri comunali di presentare atti e di ottenere dagli uffici competenti tutte le notizie e le informazioni in loro possesso utili all’espletamento del proprio mandato. In particolare, per la Domanda d’urgenza prevede il rispetto dell’Art.12 mentre per l’Interrogazione l’Art.30.

che per la Domanda d’Urgenza scritta vige l’obbligo per il Sindaco o gli assessori esso delegati, di rispondere entro 5gg in forma scritta qualora non rispondano in Consiglio Comunale. Alla nostra domanda d’urgenza nel Consiglio del 29 Luglio 2019 è seguita solo breve lettura di una nota tecnica da parte dell’assessore competente. Il sentore che non fosse una risposta è stato dimostrato dal fatto che la Presidente del Consiglio non ci ha permesso il diritto di replica per la dichiarazione di soddisfazione o meno. Della suddetta nota, così come della corredata risposta scritta firmata dall’Assessore, ad oggi 06/08/2019 (10 gg) non abbiamo ricevuto niente, tantomeno nei canali formali;

che per l’Interrogazione, orale e scritta, presentata e protocollata in data 22/07/2019 secondo l’Art.30 sarebbe dovuta essere, comma 1, “inserita nell’Ordine del giorno del Consiglio Comunale” così come la risposta che sarebbe dovuta pervenire, comma 2, “con gli stessi limiti di tempo, nel primo Consiglio utile, convocato entro 30 giorni dalla data di presentazione”. Il primo Consiglio utile era da considerarsi quello convocato per il 29/07/2019 ma niente è stato inserito nonostante i plurimi richiami. Inoltre avendo specificato che l’atto era a risposta orale e scritta l’assenza di risposta non trova fondamento giuridico neanche nel comma 3 dell’Art.30 poiché “se l’interrogante richiede risposta scritta, la risposta viene data per iscritto nel termine di 20 giorni dalla presentazione..” ma nel caso in questione è stata espressamente richiesta la forma orale oltre che scritta.

che la mancata risposta agli atti dei Consiglieri comunali, oltre a costituire una compromissione del proprio diritto ad esercitare con pienezza, tempestività ed efficacia il proprio mandato consiliare, è da interpretare a tutti gli effetti come una mancata risposta alla cittadinanza tutta, poiché l’Amministrazione è tenuta a riscontrare tali istanze non solo per questioni di correttezza istituzionale ma anche al fine di chiarire le linee di indirizzo del Governo cittadino ed orientare così al meglio le azioni dei consiglieri;

che il perdurare della condotta omissiva da parte del Sindaco, integra il reato di omissione di atti d’ufficio, previsto e punito dall’ art. 328 c.p.;

Tanto premesso e ritenuto, i sottoscritti consiglieri

CHIEDONO

All’ Ill.mo Sig. Prefetto di Firenze, Dott.ssa Laura Lega, di valutare il comportamento del Sindaco e della Giunta del Comune di Borgo San Lorenzo ed eventualmente adottare i provvedimenti che riterrà più opportuni atti ad assicurare il rispetto dei diritti dei Consiglieri Comunali e delle istanze dei cittadini.

Borgo San Lorenzo, lì 06.08.2019

Gruppo Consiliare LEGA SALVINI BSL

I Consiglieri Comunali Atria Francesco e Claudio Ticci

Articoli Correlati

Redazione OK!Mugello


Redazione OK!Mugello

Tag:

Un commento

  1. Maria Grazia ha detto:

    Bravi !!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA