Il Viadotto che si sgretola sull’A1. Boom in rete per la foto shock. I lavori sono già appaltati

Nicola Di Renzone

Il Viadotto che si sgretola sull’A1. Boom in rete per la foto shock. I lavori sono già appaltati

Il Viadotto che si sgretola sull’A1. Boom in rete per la foto shock. I lavori sono già appaltati
05/08/2019

L’allarmismo, le notizie incontrollate e non verificate, i contenuti vecchi e non aggiornati riproposti in maniera virale sono la trappola più insidiosa sia per i lettori (che condividono a loro volta false o vecchie notizie) ma anche per chi fa giornalismo. La nostra redazione, negli ultimi giorni, ha ricevuto varie segnalazioni (con tanto di foto sempre uguale) in merito allo stato del viadotto autostradale Lora, nei pressi di Barberino di Mugello.

La foto ritrae uno dei piloni del ponte con crepe, che pare sul punto di sgretolarsi, ed è diventata in breve virale sui social network, scatenando una valanga di commenti e oltre 15.000 condivisioni. La stessa è diventata oggetto di battaglia politica, tanto da comparire ad esempio su molti gruppi Facebook sostenitori del Movimento 5 Stelle.

La nostra redazione, come si conviene ad una redazione professionale, ha compiuto le necessarie verifiche ed è emerso, a parte l’allarmismo dei social, che in realtà si trattava di una notizia vecchia di oltre un anno, già uscita su Repubblica con un articolo dell’agosto del 2018.

Articolo nel quale Autostrade affermava trattarsi in realtà ‘solo di intonaco che si stacca‘ e spiegava di aver già programmato i lavori per il primo quadrimestre 2019. Nel nostro lavoro di approfondimento abbiamo trovato poi l’esito del bando di gara datato maggio 2019 nel quale vengono appaltati i lavori di ripristino del viadotto Lora, per un importo di quattro milioni e mezzo di euro (contratto concluso il 5 aprile 2019).

Insomma. La ridda di commenti che si è scatenata sui social (molti dei quali chiedono l’intervento della polizia) e le migliaia di condivisioni di una foto vecchia paiono decisamente segno della schizzofrenia della rete. Anche se poi occorrerà vigilare (e nei prossimi mesi lo faremo) in maniera seria e senza allarmismi se questi lavori verranno davvero eseguiti nei tempi previsti.

Articoli Correlati

Nicola Di Renzone


Direttore responsabile della testata giornalistica OK!Mugello.

5 commenti

  1. Simone Carcasci ha detto:

    Grazie per l’info Nicola, sono certo che ci aggiornerai sul proseguimento dei lavori.

    Leggendo fra le righe della Gazzetta si vede che l’appalto è stato aggiudicato ad una Cooperativa a Responsabilità Limitata con il criterio del “prezzo più vantaggioso “, quello che un tempo si chiamava “massimo ribasso”.
    Per la professione che svolgo mi capita spesso di vedere appalti sia privati che pubblici affidati con questo criterio.
    In questo caso è stato fatto un ribasso del 20% e la ditta sicuramente chiederà ai propri fornitori lo stesso sconto quando andrà ad acquistare i materiali occorrenti, altrimenti un mancato guadagno significa rischio di fallimento.
    Se voi foste i fornitori di questa ditta, gli dareste i vostri prodotti migliori oppure quelli che costano meno?
    Sperperare il denaro pubblico è un delitto ma spenderlo male penso che sia ancora più grave perché ritengo che la “cosa pubblica” debba essere costruita (o riparata in questo caso) secondo criteri di massima qualità e durevolezza, a maggior ragione quando si tratta di opere strategiche come le strade.
    Sorrido amaramente quando penso a come costruivano gli antichi romani….
    Buon lavoro di indagine Nicola.

  2. Monica Bergamaschi ha detto:

    Quindi, siccome i lavori li hanno appaltati e si suppone che li faranno, noi “adesso” possiamo tranquillamente passarci sopra o no ?????

    1. Nicola Di Renzone ha detto:

      Salve. La invito a leggere questo nuovo articolo: https://www.okmugello.it/news/barberino-di-mugello/crepe-sul-viadotto-erano-superficiali-gia-risolte-anche-la-nazione-sul-tema-lanciato-da-okmugello

      Secondo Autostrade si trattava di una lesione superficiale nella resina che protegge il cemento armato. Già riparata

      Saluti

  3. Monica Bergamaschi ha detto:

    “Secondo Autostrade” ? Cioè quelle che avevano detto di aver fatto la manutenzione sul ponte di Genova ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA