Venerdì a Firenze Mattarella ha incontrato i piccoli eroi di Bivigliano

Attualità
visibility229 - lunedì 28 settembre 2020
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
I piccoli eroi di Bivigliano
I piccoli eroi di Bivigliano © foto Germogli

Nei giorni scorsi il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Firenze in occasione del Festiva dell'Economia Civile, ha voluto incontrare i piccoli eroi di Bivigliano, una storia raccolta e raccontata per primo da OK!Mugello. Ecco come parla della visita il sindaco di Vaglia, Leonardo Borchi:

Oggi (venerdì 25 settembre ndr) in Prefettura a Firenze si è tenuto un incontro del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, con i bambini protagonisti del salvataggio da affogamento di un loro coetaneo. Il 9 agosto scorso, al campeggio di Bivigliano, Gabriele di 8 anni è scivolato nella piscina con l’acqua di 1,60 m. Ha perso conoscenza ed è rimasto sul fondo. Sarebbe affogato se Sara, di 6 anni, Giulio e Martina di 10 con l’aiuto di Debora, di 12 anni, prima non si fossero accorti dell’amico in pericolo e poi non si fossero gettati in acqua e non lo avessero portato su. Non respirava, era cianotico ed allora ci hanno pensato i due adulti, Manuel e Roberta, che gli hanno fatto la respirazione artificiale ed il massaggio cardiaco. Gabriele ha cominciato a sputare acqua, ha aperto gli occhi, ha ripreso vita.

Il Presidente Mattarella li ha voluti incontrare, una visita privata: i bimbi e le loro famiglie. Il Prefetto ha invitato anche me.

Sono così potuto essere presente all’incontro ed ascoltare le parole di Mattarella, sentire il suo tono di voce, osservare come si muoveva. Questo uomo ha uno sguardo onesto, un’empatia sincera. Esprimeva emozione vera. Le sue parole sono state semplici, senza retorica. Ascoltava veramente i bambini.

Quando mi è venuto incontro, dopo che gli ho detto solo: “Sono onorato Presidente”, sorridendo più con gli occhi che con la bocca, ha proferito: “Auguri”, ripetendolo più volte. Anche dopo rivolgendosi a tutti i presenti. E non sono stati auguri convenzionali.

Questo uomo è una bella persona. Noi, cittadini italiani, dobbiamo essere orgogliosi di essere rappresentati da un uomo così onesto. Dobbiamo essere rassicurati di avere alla massima carica della repubblica un uomo così equo. Dobbiamo essere rincuorati da avere a salvaguardia della nostra democrazia un uomo di così grande umanità, temperamento ed equilibrio.
Grazie Sig. Presidente.
Leonardo sindaco

Lascia il tuo commento
commenti