Le News

Borgo. Salvini contestato (pacificamente) a suon di Bella Ciao e di striscioni

In piazza anche un gruppo di ragazzi. Il video integrale

Attualità
visibility5379 - mercoledì 09 settembre 2020
di Redazione OK!Mugello
Uno striscione
Uno striscione © OK!Mugello

Abbiamo appena scritto (clicca qui) del comizio che Matteo Salvini (leader della Lega) ha tenuto in Piazza a Borgo San Lorenzo in sostegno della candidata alle regionali Susanna Ceccardi davanti ad una piazza abbastanza gremita di soatenitori. C'è èerò da rilevare anche, per onore di cronaca, che lo stesso Salvini è stato contestato (in maniera assolutamente pacifica e abbastanza gioiosa da un gruppo di ragazzi ai margini della piazza, dotati di striscioni che recitavano dal classico 'Borgo San Lorenzo non si Lega' a più fantasioso 'Salvini, il tuo odio è senza confini'.

Ragazzi che ad un certo punto hanno anche intonato il canto partigiano 'Bella Ciao'


Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Mugelli Giampiero ha scritto il 11 settembre 2020 alle 13:02 :

    Bella dimostrazione di democrazia e di civiltà ha dato Pontassieve tramite la prima cittadina, una signora immigrata, e altre persone che: la prima cittadina per aver manifestato pubblicamente che Salvini non era gradito a Pontassieve che non doveva fare perché essa rappresenta tutti i cittadini della comunità e poi fa parte delle istituzioni. ancor peggio ha fatto la signora immigrata di origine congolese laureata, integrata e lavora in associazioni comunali e fa pure volontariato che con tanta rabbia si è scagliata contro Salvini strappandogli camicia e ciò che aveva al collo dicendogli più volte: TI MALEDICO, essa è senza attenuanti non è una fuori di testa essendo laureata e facendo volontariato è solo odio verso un avversario politico praticato da coloro che predicano segue Rispondi a Mugelli Giampiero

  • Mugelli Giampiero ha scritto il 11 settembre 2020 alle 13:14 :

    IL POLITICAMENTE CORRETTO e odiano coloro che non si adeguano queste due persone dovrebbero perdere il posto di lavoro come quella vice sindaco di un paese vicino Como quando affronto Salvini in spiaggia insultandolo di ogni tipo. Esiste tanto odio da andare pure a minacciare il ristoratore dove la Lega aveva prenotato il pranzo che poi ha disdetto per non creare altri attriti. Che democrazia è questa? che strano essi invocano democrazia e libertà (quella loro non degli altri): forse il fascismo non ha più la camicia nera porta un'altro colore che ci affama proibisce e impone. Rispondi a Mugelli Giampiero

  • Mugelli Giampiero ha scritto il 11 settembre 2020 alle 13:35 :

    Con tutto rispetto per chi ha scritto quella frase: l'odio di Salvini non ha confini. Nessuno gli nega di scriverlo, però devo aggiungere che coloro lo hanno scritto hanno le idee un poco confuse; semmai l'odio e dalla parte opposta; la dimostrazione c'è stata a Pontassieve con tre atteggiamenti poco democratici chi vuol capire capisca Rispondi a Mugelli Giampiero

Altri contenuti