Movida si..cura. Sabato test in piazza anche a Borgo

Il gazebo sarà presente in Piazza del Popolo

Attualità
visibility1431 - giovedì 30 luglio 2020
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Movida sicura
Movida sicura © N.c.

La campagna “Movida si… cura”, promossa dalla Regione, fa tappa anche a Borgo San Lorenzo (clicca qui invece per le info sulla tappa di Dicomano). Sabato a partire dalle 19 fino alle 24 sarà allestito in piazza del Popolo un gazebo, grazie ai volontari CRS e alla collaborazione della Croce Rossa e Misericordia, dove sarà possibile effettuare test sierologici, su base volontaria, per tutti i giovani e alcol test sempre su richiesta degli interessati.

“Le piazze sono il cuore del paese, il centro di socializzazione dei giovani, luogo di ritrovo e vitalità – commenta il Sindaco Paolo Omoboni -. Dopo mesi di chiusura i ragazzi hanno sentito la necessità di riappropriarsi degli spazi dando anche ossigeno alle attività commerciali in sofferenza. Una necessità legittima che non va recriminata, ma nello stesso tempo va monitorata e controllata. La situazione sanitaria è sotto controllo grazie al lavoro fatto con l'immane numero di tamponi.

Aderiamo, per questo, con piacere all’iniziativa della Regione convinti che la prevenzione passi dalla sensibilizzazione al rispetto delle regole. Quindi ragazzi divertitevi ma in sicurezza e siate responsabili”.

Chi dovesse risultare positivo al test, dovrà sottoporsi al tampone, contattando il numero verde 800.556.060, per verificare se l’infezione è in fase attiva.

L’iniziativa vede in prima linea anche il Centro Commerciale Naturale con Il Comitato Nel Borgo, Confesercenti e i locali della zona grazie all’allestimento di due postazioni, con giovani volontari, per la distribuzione gratuita delle mascherine offerte dal comune e per sensibilizzare i giovani al rispetto delle regole.

“Siamo contenti di aderire all’iniziativa – afferma Gina Pierini presidente del CCN Nel Borgo -, iniziativa utile a tutti, opportuna visto il momento, che ci consente di favorire la socialità e di farlo in sicurezza”.

Lascia il tuo commento
commenti