Ecco la settimana più calda dell'anno. Come difendersi

Arriva l'ondata di calore. Ecco il vademecum della Protezione Civile su come comportarsi

Attualità
visibility1294 - lunedì 27 luglio 2020
di Redazione
Più informazioni su
arriva l'ondata di calore
arriva l'ondata di calore © N.c.

E' in arrivo anche sulla nostra regione l'ondata di calore di quella che sarà la settimana più calda del 2020. La colonnina di mercurio continua a salire l'anticiclone africano che tanto ci fa soffrire sta allontanando quello benefico delle Azzorre e quindi questa settimana sarà caratterizzata da cieli sereni o poco nuvolosi con venti deboli lungo la costa e mari poco mossi ma soprattutto con temperature in aumento che potranno raggiungere i 34-35 gradi sulle zone interne per sfiorare anche i 38 gradi a metà settimana.

Siamo davanti a quelle che si chiamano ondate di calore. Quando si registrano per più giorni consecutivi temperature elevate, spesso associate a tassi elevati di umidità, forte irraggiamento solare e assenza di ventilazione il nostro organismo può andare in crisi ed ecco allora un vademecum della Protezione Civile su come affrontare queste giornate.
Certe condizioni climatiche possono rappresentare un rischio per la salute della popolazione, ma fortunatamente la prevenzione degli effetti negativi è possibile e ciò permette di mirare in maniera ottimale gli interventi preventivi verso le persone a rischio più elevato.
I soggetti maggiormente vulnerabili sono: anziani, bambini e neonati, malati cronici, non autosufficienti e coloro che svolgono una intensa attività all’aperto.

Le regole fondamentali per una buona prevenzione: essere informati, conoscere le norme di comportamento in casa e al lavoro e all'aperto, una giusta alimentazione.

Per essere informati basta tenersi aggiornati quotidianamente sulle previsioni del tempo. In caso di necessità consultare il proprio medico di famiglia, durante le ore notturne dalle 20.00 alle 8.00 e il sabato e la domenica la guardia medica e in casi particolarmente gravi il 118. Per chi prende farmaci è importante conservarli correttamente nelle loro confezioni e lontano da fonti di calore. Quelli che devono essere conservati a una temperatura non superiore ai 20-25 gradi vanno riposti in frigorifero.

Arieggiate la casa durante le ore più fresche della sera tardi e durante la notte per fare entrare l'aria fresca. Dormirt e soggiornate nelle stanze più fresche della casa in assenza di condizionamento ed evitate le correnti d'aria. Chiudete i vetri e le persiane durante le ore più calde e provvedete a schermare sempre i vetri delle finestre con strutture come persiane, veneziane o almeno tende per evitare il riscaldamento eccessivo dell'ambiente.
Se avete il climatizzatore fissate la temperatura a 24-26 gradi. Non indirizzate i ventilatori meccanici direttamente sulle persone ma usateli per muovere l'aria in tutto l'ambiente. Fate la doccia con acqua tiepida e bagnate viso, braccia e mani con acqua fresca.
Limitate l'uso del forno perchè tende a riscaldare la casa e utilizzate gli altri elettrodomestici (lavatrice, ferro da stiro, lavapiatti, ecc..) duurante le ore notturne.

Uscite all'aperto la mattina presto oppure la sera tardi evitando di uscire nelle ore più calde della giornata. Dalle 11.00 alle 18.00 evitate di fare attività fisica.
Non lasciate l'automobile in sosta con persone o animali all'interno. Quando risalite in auto aprite gli sportelli e ventilate l'abitacolo. Prima di sistemare i bambini nei seggiolini di sicurezza controllate che non siano surriscaldati.

Infine l'alimentazione è fondamentale. bevete almeno due litri di acqua al giorno anche in assenza di sintomi di sete. Evitate bevande fredde o alcoliche. Mangiate frutta fresca come agrumi, fragole e meloni e verdura come carote, lattughe, peperoni. Consumate pasti leggeri e conservate gli alimenti deperibili (latticini, carne, dolci con crema, etc...) in modo corretto.

Consigli che paiono banali e scontati ma che fanno la differenza per una buona salute nostra e degli altri



Lascia il tuo commento
commenti