Lettera a Francesco Vannini. Il saluto di un amico di San Piero

Attualità
visibility4990 - domenica 26 luglio 2020
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Lettera
Lettera © N.c.

Una sincera e toccante lettera giunta in redazione, e indirizzata a Francesco Vannini, il ragazzo di 30 anni deceduto nei giorni scorsi, per un malore, al Parco della Misericordia di Borgo San Lorenzo:

Caro Francesco. Stamani non sono riuscito a dirti nulla, sto invecchiando, faceva caldo, ma non troppo. I raggi del sole, con un cielo così terso, assomigliavano a te. Ti ho evitato, troppo ingombrante per il mio cuore. Ti ho solo salutato a testa bassa, ho solo messo un braccio sulle spalle di tuo padre. Francesco, mi hai spiazzato, pensavo che tu passassi sul ponticino della Carza, ma non è stato così. Hai visto anche per quest'anno che dramma, più che ambientale, culturale.
Certo nelle nostre discussioni che ci importava e che ci importa del MES, del ricovero faune, a noi basta la dignità del nostro territorio, per ridare dignità e onestà ai nostri concittadini. Francesco, non abbandonarmi, sei l'unico sotto i trent'anni che parla di danno ambientale, sei l'unico con un animo gentile, con occhi gentili, con sensibilità sopraffina. Devo però farti una critica, non me ne volere, sei troppo sensibile in questo mondo pieno di sciacalli, più che sciacalli, pieno di distratti. Non te ne volere, non ti disperare, quando stasera attraverserai di nuovo il ponticino della Carza, suonami il campanello, così insieme troveremo la strategia per farci ascoltare. Scusami se in questo mesi non ti ho dato molto ascolto.

Il tuo sincero amico
Franco innocenti

Lascia il tuo commento
commenti