Noemi, picchiata con una catena perché difendeva le amiche. Brutto episodio di bullismo

Questa volta è accaduto a Prato, ma in passato anche in Mugello sono stati svariati i casi

Attualità
visibility12178 - domenica 14 giugno 2020
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Bullismo
Bullismo © Tiomax80

Da ieri i social stanno dando molto risalto a una brutta storia accaduta a Prato, a Maliseti, dove una ragazzina di 13 anni è stata gravemente bullizzata da altre ragazze perché aveva cercato di difendere delle amiche. La madre, con la quale siamo in contatto, spiega: Ringrazio tutta la comunità di Maliseti grazie di cuore per essere stati vicino alla mia bambina per averla accudita e protetta. Noemi è una bambina buona forse un po’ riservata per certi aspetti ma rispettosa voleva difendere le sue amiche ed è stata fermata da due ragazze è una terza che la picchiava in faccia con una catena età 11/12. E annuncia l'intenzione di presentare denuncia.

Intanto sono moltissimi gli attestati di solidarietà a Noemi, tra questi ne abbiamo scelto uno che racconta la storia:

A quanto ho potuto capire dai racconti della madre,due ragazzine la reggevano e l’altra tra gli 11 e i 12 anni con una catena, gliel’ha legata al collo e a quanto pare i margini di questa, le sono stati sbattuti ripetutamente sul volto e quindi sul naso, per fortuna constatato al pronto soccorso, non è stato rotto. Noemi deve solo che essere orgogliosa di quello che ha fatto, quello che chiunque adulto dovrebbe fare e imparare,ma spesso viene evitato. Lei per venire in difesa di altre amiche è stata gravemente bullizzata. Posso solo immaginare la paura che ha passato in quei momenti,con tra l’altro gli altri che erano lì (presumo altri ragazzetti) che ridevano,senza muovere un dito per aiutarla. Ma che educazione danno a questi figli, ma come li crescono?

In Mugello in passato ha fatto tanto parlare quanto capitato al giovane David Fabbri, che ha reagito creando un video sul tema del bullismo e che per questo è stato poi nominato Alfiere della Repubblica

Lascia il tuo commento
commenti