Eolico Mugello. Ieri la prima sessione dell'inchiesta pubblica

Attualità
visibility353 - martedì 19 maggio 2020
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Eolico
Eolico © Pixabay

Scrive Piera Ballabio, di Italia Nostra:

Ieri sera si è tenuta la prima sessione dell’audizione preliminare dell’Inchiesta Pubblica sul progetto di realizzazione dell’impianto eolico sul crinale appenninico mugellano.
La presidente Giovanna Pizzanelli nominata dalla Regione in questo incontro voleva individuare tra i partecipanti i favorevoli e i contrari al progetto e raccogliere indicazioni per la nomina degli altri due Commissari previsti dalla’Inchiesta pubblica.
Altissima la richiesta di partecipazione all’audizione: sono pervenute ben 193 richieste da parte di semplici cittadini o rappresentanti di associazioni, comitati, forze politiche.
Tra questi ultimi ricordiamo la presenza di Italia Nostra, della Federcaccia, del Club Alpino Italiano, del Comitato per la Tutela dei Crinali Mugellani, dell’Osservatorio Civico sul Progetto Eolico “Giogo di Villore”, della lista civica "Dicomano che verrà", del Movimento Cinque Stelle, della Lega. Tutti questi soggetti si sono dichiarati contrari alla realizzazione dell’impianto. Hanno anche chiesto un rinvio dell'audizione generale dell'inchiesta pubblica così come già accaduto per il "Progetto dello stabilimento KME Italy spa di Fornaci di Barga" vista la situazione dovuta alla pandemia andando anche in deroga al termine di 90 giorni fissato per la conclusione dell’inchiesta pubblica. Hanno fatto presente che il Presidente Rossi con una mail all'Associazione Idra e all’Osservatorio Civico scrive "E' stato deciso di attivare un Inchiesta Pubblica i cui termini decorranno a partire dal momento in cui cesseranno le limitazioni alle possibilità di spostamento all’interno del territorio nazionale." Infatti l'uso delle video conferenza in un territorio montano come quello mugellano è spesso molto problematico a causa della connessione lenta, resa ancor più lenta dagli attuali sovraccarichi. E’ stata altresì fatta la richiesta di non organizzare le audizioni generali prima del 14 luglio data ultima per la presentazione delle osservazioni, per garantire il rispetto legislativo che prevede che possano partecipare "I soggetti che abbiano presentato osservazioni nell’ambito del procedimento di valutazione in corso".
I contrari al progetto hanno in gran parte individuato il nominativo dell’avvocato Claudio Tamburini come commissario di parte nell'inchiesta pubblica, noto consulente di Associazioni ambientaliste nazionali e di associazioni locali, curando altresì azioni legali davanti alle magistrature amministrative (TAR e Consiglio di Stato)

Giovedì 21 maggio alle ore 18 si terrà la seconda sessione a cui potranno partecipare tutti gli iscritti alla prima sessione.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Luca VItali ha scritto il 20 maggio 2020 alle 06:27 :

    In collegamento con l'Inchiesta erano presenti anche altre realtà come il Comitato per la Tutela dei Crinali Mugellani, che ha chiesto alla presidente il numero delle persone che sono effettvamente riuscite a collegarsi, numero che è stato dichiarato in circa un centinaio, ovvero circa la metà di quanti ne hanno fatto richiesta. Alcuni di noi - come il sottoscritto - hanno avuto difficoltà sia di collegamento sia di disturbi durante il medesimo; si è pertanto sollevato il dubbio che una simile modalità possa realmente corrispondere all'intento primario dell'inchiesta, quello di essere pubblico e aperto alla cittadinanza. Rispondi a Luca VItali