Mascherine alla Conad di Borgo. Botta e risposta

Attualità
visibility14791 - venerdì 03 aprile 2020
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Mascherine
Mascherine © Vesna Harni

Ieri (giovedì 2 aprile) c'è stata una nuova polemica legata all'utilizzo delle mascherine per entrare nei supermercati. Ci ha scritto infatti una lettrice per far rilevare che all'ingresso del negozio Conad di Borgo viene imposto ai clienti di entrare con la mascherina (in vendita a 50 centesimi). La nostra lettrice, professionista in ambito ospedaliero, si dice però 'perplessa' rispetto a tale obbligo spiegando che, secondo lei, non risolve assolutamente alcuni comportamenti definiti 'non corretti' e rileva come non vi sia una normativa che impone l'utilizzo delle mascherine per entrare nei negozi.

Abbiamo parlato, per avere una ricostruzione completa dell'accaduto, con il direttore del negozio Conad di Borgo. Il quale ci ha precisato alcune cose. Tra queste il fatto che il pagamento delle mascherine non sarebbe obbligatorio, ma si configurerebbe come un contributo volontario (50 centesimi contro un costo di oltre il doppio) e che l'equivoco di ieri sarebbe nato da una incomprensione con l'addetto alla sicurezza che si trovava all'ingresso, che non avrebbe spiegato bene, a suo dire, la volontarietà del contributo.

Poi, in merito invece all'obbligatorietà di indossare la mascherina, il direttore del negozio spiega che, trattandosi di 'luogo privato aperto al pubblico' i gestori sono legittimati a stabilire questo tipo di regole.

La lettrice invece contestava come in altri punti vendita della stessa catena (in altre parti d'Italia) tale obbligo non vi sia (anche, per sua stessa ammissione) per la mancata disponibilità di mascherine.

Insomma, il dibattito sulle mascherine nei supermercati è quanto mai aperto. Speriamo di aver dato il nostro contributo a tale discussione e riflessione.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giorgio Salmaso ha scritto il 13 aprile 2020 alle 20:44 :

    In tutti i supermercati, quì in Veneto, dico tutti, catena Conad compresa, si fa la spesa con la mascherina. Il problema invece sta nelle toilette che sono spesso insufficienti, sporche e a mio avviso ad alto rischio, in quanto utilizzate sia dai dipendenti in servizio che dai clienti. Per me in questi casi gli esercizi zndrebbero chiusi senza esitazione. Rispondi a Giorgio Salmaso

  • giulietta ha scritto il 04 aprile 2020 alle 13:00 :

    pur di fare i BASTIANCONTRARIO ontestiamo anche ciò che viene fatto di buono per la collettività, BRAVO il direttore Conad Rispondi a giulietta

  • Antonino Monastra ha scritto il 04 aprile 2020 alle 11:41 :

    Andare a cercare problemi di nessun conto e criticare l'obbligo di una mascherina mi sembra assurdo. Il problema,mi sembra, è che i prezzi sono aumentati a dismisura e non capisco fino a che punto siano dovuti da reali difficoltà dati dal momento o da "scelte arbritrarie e non controllate " delle grandi distribuzioni . È una mia opinione Rispondi a Antonino Monastra

  • Ugo Natalino ha scritto il 03 aprile 2020 alle 20:40 :

    Invece di ringraziare per l'attenzione del supermercato, attenzione al cliente e a maggior tutela, ci si mette a disquisire? Ma non vogliamo proprio capire che è l'ora di finirla? IL senso di collaborazione non vuole proprio entrare in testa, dove allora? Per una mascherina che costa poco e fuori non si trovano con facilità. Rispondi a Ugo Natalino

  • Sergio ha scritto il 03 aprile 2020 alle 15:43 :

    Vorrei completare il mio pensiero. Quando sono all'ortofrutta di un negozio mi si impone di mettere i guanti....e io li metto!! Senza polemiche. Se sono in un negozio e scivolo su una buccia di banana, vado a cercare il direttore e richiedo i danni. Ammesso e non concesso che io possa dimostrare di avere contratto "er corona" nel negozio Y chi vado a cercare Conte ha ha ha... nooo vado a cercare il direttore. Fanno bene alla Conad ad IMPORRE le mscherine. Come ha fatto bene Fontana a sganciarsi dai cialtroni . Ovviamente tutto questo senza polemica senza disturbare le anime belle...tacere e obbedire!! Rispondi a Sergio

  • Sergio ha scritto il 03 aprile 2020 alle 13:31 :

    Vai nel negozio X e ti ci vuole la mascherina, vai nel negozio Y e non importa. Io da Cittadino mi domando ma queste mascherine ci vogliono non ci vogliono oppure è a discrezione , siamo alle comiche per non dire alla pazzia. Ma lo ha detto Conte, ma lo ha detto il Rossi......capirai! Lasciamolo dire a er corona, lui si che se ne intende, una gocciolina e sei del gatto. Ti saluto Conte ti saluto Rossi. Rispondi a Sergio

  • Aurelio privitelli ha scritto il 03 aprile 2020 alle 11:50 :

    Come ci piace fare polemiche su tutto ... anche su cose positive ed anche in questo momento tremendo! Personalmente sono molto, molto contenta che non si possa entrare al supermercato senza mascherina, è una sicurezza per TUTTI, anche per la signora che ha polemizzato e lo dovrebbe capire più di altri visto che lavora in ambito sanitario. Se poi questa sicurezza ci costa qualche centesimo, ben venga. Grazie Conad e complimenti a Direttore! Rispondi a Aurelio privitelli

  • Simone ha scritto il 03 aprile 2020 alle 09:57 :

    Si c'è da riflettere. C'è da riflettere che se neanche una situazione come quella attuale, non ci insegna che è l' ora di farla finita con le polemiche e le proteste su sciocchezze e cose insignificanti, significa che veramente non stiamo imparando nulla. Rispondi a Simone