Laboratorio ambientale Mugello. Bilancio del primo incontro - conferenza

Il prossimo appuntamento il 1 febbraio

Attualità
visibility204 - martedì 14 gennaio 2020
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
La conferenza del Laboratorio Ambientale Mugello
La conferenza del Laboratorio Ambientale Mugello © N.c.

Sabato 11 Gennaio ha avuto luogo la prima conferenza organizzata dal Laboratorio Ambientale Mugello, “Cambiamenti Climatici: cause, conseguenze e soluzioni”, tenuta da Giacomo Tagliaferri, collaboratore tecnico del CNR-IBE di Firenze, che ha visto la partecipazione di oltre cento persone che hanno affollato la saletta Pio La Torre di Borgo San Lorenzo. Spiegano gli organizzaztori:

Il Laboratorio, è un gruppo di cittadini che vogliono far proposte in tema di mantenimento e miglioramento dell’ambiente mugellano, nato nel 2019, apartitico ed aperto alla partecipazione di chiunque ne voglia far parte. Lo scopo del Laboratorio è anche quello di informare e sensibilizzare la popolazione riguardo le problematiche riguardanti l’ambiente e quindi l’essere umano, in quanto si fa sua la credenza che un cambiamento nella società è possibile se creato insieme agli altri e con consapevolezza. I membri del Laboratorio si ritengono dunque di conseguenza soddisfatti di questa prima conferenza vista la numerosa partecipazione e visti i dialoghi sorti a termine dell’intervento di Tagliaferri.

È prevista anche un’altra conferenza, concentrandosi sulle conseguenze dell’emergenza climatica si parlerà di migranti climatici, coloro che sono costretti a lasciare la loro terra natia in quanto il clima non permette più loro una vita equilibrata. La conferenza “Migrazione climatica: una visione d’insieme” sarà tenuta da Paola Chelazzi, prima di questa ci sarà una breve introduzione all’argomento da parte di Giacomo Tagliaferri. L’appuntamento è per Sabato 1 Febbraio alle 17 sempre presso la saletta Pio La Torre di Borgo San Lorenzo.

Il Laboratorio rinnova l’invito alla conferenza a chiunque per conoscere, approfondire e dibattere tutti insieme.

Lascia il tuo commento
commenti