Mercato Borgo. Confcommercio e Confesercenti sono per il nuovo assetto

E ricordano che pochi mesi fa il 70% degli ambulanti ha espresso il proprio gradimento

Attualità
visibility881 - giovedì 28 novembre 2019
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Spostamento mercato.
Spostamento mercato. © N.c.

Spiega una nota congiunta delle due associazioni di categoria (Anva Confesercenti e Fiva Confcommercio): Apprezzamento per il percorso fatto durante la sperimentazione per lo spostamento del mercato settimanale. In merito alle prese di posizione uscite nei giorni scorsi, e alla petizione uscita proprio oggi, come già fatto nelle occasioni ufficiali negli incontri di concertazione con l’Amministrazione Comunale, e nelle audizioni in Commissione Consiliare, vogliamo esprimere il nostro apprezzamento per il percorso fatto in questo periodo di sperimentazione, per lo spostamento del mercato settimanale di Borgo San Lorenzo.

Come ha spiegato in occasione della Commissione la Vicesindaco Cristina Becchi, l’esigenza di spostare il mercato, è nata ormai oltre quattro anni fa per motivi essenzialmente legati alla sicurezza e alla vivibilità di Piazza del Mercato da parte dei cittadini residenti, delle imprese in sede fissa e anche degli ambulanti stessi.

Il progetto di spostamento e’ frutto di un percorso di confronto con le associazioni di categoria e con gli operatori del mercato, che non più tardi di qualche mese fa hanno espresso il loro gradimento per la nuova collocazione tramite un appello al Comune sottoscritto da oltre il 70% degli ambulanti.

Grazie a questi mesi di sperimentazione sono state anche individuate delle possibili correzioni per migliorare ancora la fruizione del Mercato da parte dei cittadini, sia per quanto riguarda la disposizione dei banchi (sfruttando anche la parte di fronte al Comune) che per quanto riguarda la viabilità, liberando la parte alta di Piazza Dante permettendo così l’accesso delle auto e il parcheggio per chi proviene da Via della Repubblica.

Nel progetto di spostamento, è bene ricordare che sono state essenzialmente due le esigenze che abbiamo tenuto in considerazione:

- le rinnovate esigenze commerciali degli operatori su area pubblica, in modo tale non solo di mantenere il livello qualitativo del mercato di Borgo San Lorenzo, ma anzi accrescerlo ulteriormente per portarlo ad essere uno dei migliori della Città Metropolitana di Firenze;

- la collocazione del Mercato in una zona centrale del capoluogo mugellano, in modo da inserirsi nel contesto commerciale borghigiano.

Come Anva Confesercenti e Fiva Confcommercio esprimiamo apprezzamento per il percorso fatto e crediamo che il lavoro svolto in questa occasione sia un ottimo esempio anche per altre amministrazioni Comunali di come si affrontano e si cercano di risolvere i problemi; ovvero attraverso un confronto costruttivo tra l’amministrazione comunale e le associazioni di categoria, al fine di tutelare e rappresentare gli interessi e le esigenze degli imprenditori su area pubblica.

A disposizione,

Cordiali saluti

Lascia il tuo commento
commenti