Vaglia. Botta e risposta sulla frana di Pescina e la strada riaperta

Attualità
visibility1185 - giovedì 08 agosto 2019
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Vaglia. Botta e risposta sulla frana di Pescina e la strada riaperta
Vaglia. Botta e risposta sulla frana di Pescina e la strada riaperta © n.c.

Questa mattina (giovedì 8 agosto) il nostro direttore Nicola Di Renzone ha pubblicato su La Nazione un articolo sulla frana di Pescina (a Vaglia) e sulla strada riaperta. In merito a questo Sandro Corona, della lista civica Insieme, precisa quanto segue:

Apprendiamo da un articolo sulla Nazione firmato da Nicola Di Renzone del ‘ritorno alla normalità’ della via di Pescina, ‘dopo un intervento, piuttosto lungo e complesso, di messa in sicurezza’. 

Non possiamo non rilevare la sostanziale incompletezza di tali informazioni, a fronte della situazione reale: l’intervento effettuato sembra aver riguardato la parte di strada maggiormente colpita (circa venti metri), configurandosi quindi come intervento parziale rispetto al tratto, più ampio, effettivamente interessato dal movimento franoso.

Così come non possiamo non rilevare la differenza di impegno (e di esposizione mediatica) messa in campo dal nostro Assessore riguardo a situazioni in essere (vedi Banti) che sarebbero di sua più stretta competenza.

A questo punto, come lista civica INSIEME, ci pare opportuno procedere con una richiesta formale affinché l’Assessore Impallomeni (che in realtà non sarebbe delegato a questo ma, come pare, sta seguendo in prima persona la vicenda) riferisca nel prossimo consiglio comunale, previsto per settembre, sulla reale situazione dello stato dei lavori (effettuati e previsti) e sui relativi livelli di sicurezza della strada di Pescina, così come su quanto effettuato sulla strada di ingresso al capoluogo (anche questo un intervento che non parrebbe ‘risolutivo’) e, più in generale, sulla situazione dell’agibilità, in alcuni casi certamente precaria, delle strade del nostro territorio comunale.

Sandro Corona

Questo invece l’articolo uscito su La Nazione di oggi, dal quale derivano le richieste di Corona:

Ritorno alla normalità per gli abitanti di Pescina, frazione del comune di Vaglia stretta tra colline e boschi nei dintorni di Paterno. La via per raggiungere il paese da Vaglia, infatti, è stata chiusa per circa un anno e mezzo (dal dicembre 2017 fino ad un mese fa) a causa di una frana che ha riversato sulla carreggiata detriti dal versante superiore.

Nelle scorse settimane la strada è stata riaperta dopo un intervento, piuttosto lungo e complesso, di messa in sicurezza. I lavori, infatti, hanno riguardato sia il versante superiore (con la rimozione di elementi instabili e la posa di reti di sicurezza) sia quello inferiore, con la posa di alcuni jersey. “L’intervento, spiega l’assessore Riccardo Impallomeni, è costato poco meno di 70mila euro ed è stato possibile grazie al decreto ‘Sblocca Italia’, che riconosceva fondi agli interventi cantierabili entro maggio”.

Fino ad ora, lo ricordiamo, la frazione non è mai rimasta isolata, anche se gli abitanti erano costretti ad un giro più lungo, passando da Ceppeto (nel comune di Sesto Fiorentino). E ora, con la riapertura della strada, da lunedì nella frazione è stata anche attivata la raccolta porta a porta dei rifiuti (fino ad oggi gli abitanti li dovevano portare fino alle altre frazioni) e sono stati istituiti tre punti di raccolta (anche per le case sparse). Tutto bene, quindi? Alcuni residenti, per la verità, fanno notare che dopo i lavori la strada risulta più stretta e che impedirebbe, in caso di necessità, il passaggio ai camion e mezzi pesanti.

Nicola Di Renzone

 

Lascia il tuo commento
commenti