Decreto sicurezza bis. Giannelli (Fi) sul post di Passiatore: 'Offensivo del Senato della Repubblica'

Attualità
visibility1288 - martedì 06 agosto 2019
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Decreto sicurezza bis. Giannelli (Fi) sul post di Passiatore: 'Offensivo del Senato della Repubblica'
Decreto sicurezza bis. Giannelli (Fi) sul post di Passiatore: 'Offensivo del Senato della Repubblica' © n.c.

Scrive Claudio Giannelli, del centrodestra di Dicomano: Come Responsabile Forza italia Val di Sieve, come Capogruppo centrodestra Dicomano, come semplice cittadino della Repubblica e come cittadino di Dicomano, non posso esimermi dal replicare alle parole postate da Stefano Passiatore, su facebook; Stefano Passiatore non è un semplice cittadino. E' UN SINDACO! E' ANCHE IL MIO SINDACO!

Ecco le Sue dichiarazioni virgolettate postate stamani alle 8 circa.

"Ieri la disumanità, con l’approvazione del decreto sicurezza bis, è diventata legge prevedendo sanzioni per chi salva vite in mare. Ed è stato possibile grazie a coloro che hanno venduto la propria anima per una poltrona... coloro che avrebbero voluto Gino Strada come Presidente della Repubblica.

Mi fate schifo. Costringerete le persone alla disobbedienza civile. Una disposizione per essere giusta non basta farla diventare legge."

Mi chiedo come possa un Sindaco, un rappresentante delle istituzioni, usare termini così oltraggiosi nei confronti del Senato della Repubblica, mi chiedo inoltre come possa un Sindaco, che ha giurato fedeltà alla Costituzione, giustificare ipotesi di disobbedienza civile contra legem. In altre circostanze, quando avevo postato critiche nei confronti di qualche situazione, persona, parlamentare, il Sindaco mi aveva esortato alla moderazione. Eppure, io non ho mai offeso nessuno in nessun post; ogni volta che ho espresso una critica politica l'ho fatto sempre rispettando le persone. All'opposto quindi di ciò che ha fatto lui. Nel merito, non tutti gli aspetti del Decreto sicurezza bis mi trovano d'accordo; inoltre Forza Italia, seppur condividendo molti aspetti, doverosamente non ha partecipato al voto non facendo parte della maggioranza, visto che il governo aveva posto la questione di fiducia.

Ma il punto è un altro; Passiatore poteva, anzi doveva, legittimamente criticare il decreto approvato, se non lo condivideva.

Ma credo non si sia reso conto della gravità delle dichiarazioni postate, fortemente lesive dell'onorabilità del Senato della Repubblica e addirittura sottolineo e ripeto giustificative di una ventilata disobbedienza civile.

Stigmatizzo fortemente questo comportamento, ben lontano dalla lungimiranza, sobrietà, prudenza (termine quest'ultimo tanto caro a Passiatore ) che un Sindaco dovrebbe avere. Per di più, accompagnando un post così oltraggioso con la foto di 2 iene sanguinarie che stanno sbranando una preda.Se un Sindaco arriva a tanto, credo che il confronto politico sia oramai oltre ogni limite.

Stavolta è stato proprio il Sindaco, con questo post, a esacerbare gli animi degli haters che certo non ne hanno bisogno. Comportamneto questo che giustamente tante volte lo stesso sindaco aveva aspramente criticato.

Qui sotto invece

 

Lascia il tuo commento
commenti