San Godenzo. Il Dante Ghibellino rende omaggio al 'Ponte del Cicaleto'

Ispirazione per l'inizio della Divina Commedia?

Attualità
visibility1432 - venerdì 12 luglio 2019
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
San Godenzo. Il Dante Ghibellino rende omaggio al 'Ponte del Cicaleto'
San Godenzo. Il Dante Ghibellino rende omaggio al 'Ponte del Cicaleto' © n.c.

Si dicono soddisfatti i rappresentanti di maggioranza del nuovo gruppo consiliare di San Godenzo, dell’edizione appena conclusa del Dante Ghibellino 2019; l’evento principale dell’estate sangodenzina, il primo gestito dal nuovo sindaco, Emanuele Piani.

Alta la partecipazione a tutto l’evento incentrato sulla Lectura Dantis, recitata in maniera magistrale dall’attore fiorentino Pratesi, accompagnato dal maestro di violino Rossi. Ben riuscita la cena all’Osteria Bruciata e la festa che ha portato la sfilata del gruppo storico dei tamburini e lo spettacolo di fuoco in stile medioevale. Infine, la consegna del Premio Dante Ghibellino 2019.

La cerimonia di premiazione è iniziata con la Dottoressa Ilaria Cheli che ha letto le prime terzine de ‘l’Inferno’ di Dante Alighieri. Ha preso poi parola il Sindaco Piani per annunciare a chi sarebbe stato consegnato il Premio della 28° edizione, proclamando così come vincitore il Ponte del Cicaleto. Una provocazione, un premio ad un luogo del nostro territorio, importante dal punto di vista storico letterario. Il ponte, risalente all’epoca romana, ha infatti meritato l’ambizioso riconoscimento per la sua importanza nel ‘Cammino di Dante’: “In visione del prossimo importante appuntamento con i 700 anni dalla morte del sommo poeta – ci anticipa Piani, - San Godenzo ha intenzione di porsi l’obiettivo di attirare l’attenzione degli appassionati sul nostro piccolo paese sede del convegno degli esuli del 1302, da cui ha inizio l’esilio di Dante, il suo cammino verso Ravenna”.

“La strada che Dante percorse è quasi sicuramente quella che passa per il Ponte del Cicaleto, perché l’unica al tempo,”- dice Emanuele Piani. “Alcuni studiosi identificano proprio nel Ponte del Cicaleto il luogo di ispirazione per l’inizio della Divina Commedia. Abbiamo pertanto deciso di donare a questa importante architettura storica il Premio di quest’anno come a sancire un anno zero simbolico per un percorso che ci vedrà impegnati nel dare finalmente a San Godenzo il ruolo che merita nel Cammino di Dante”, spiega Piani invitando i presenti alla cerimonia di affissione della targa che si sarebbe tenuta il giorno successivo alle 18 al ponte romano.

Domenica 7 luglio il Sindaco ha posizionato al Ponte del Cicaleto la targa in un’apposita bacheca donata da un artigiano locale. Alla manifestazione era presente la rappresentanza del Gruppo Storico Dante Ghibellino, dell’Associazione Archeologica Dicomano (intervenuta la professoressa Passerini), il Parroco Filippo Landini e della Pro Loco San Godenzo, l’associazione che ogni anno organizza la manifestazione. Oltre a tanti curiosi e appassionati.

“Il ringraziamento dell’Amministrazione va a tutti i partecipanti, alle associazioni, ai volontari che hanno ripulito il sentiero – ricorda il sindaco, - a Giordano Bezzi de ‘Il Cammino di Dante’, a Carlo Visca di ‘Ecotondo’, ai ragazzi di Festa Magica e a Publiacqua, sponsor dell’evento”.

“Il Dante Ghibellino 2019 segna il primo passo verso un cammino che potrebbe offrire nuove opportunità al piccolo paese montano,” conclude il sindaco.

Lisa Baroncelli

 

Lascia il tuo commento
commenti