La storia di una piccola azienda artigianale - la carrozzeria Giovannini

Attualità
visibility4743 - venerdì 21 giugno 2019
di Aldo Giovannini
Più informazioni su
La storia di una piccola azienda artigianale - la carrozzeria Giovannini
La storia di una piccola azienda artigianale - la carrozzeria Giovannini © n.c.

Portano un cognome… importante gli amici Marino e Fabrizio Giovannini, nativi di una vecchia famiglia del popolo delle Salaiole, e infatti venerdì 14 giugno 2019 tantissimi amici hanno fatto corona  ad un evento molto significativo per la vita e la storia di questi due fratelli all’interno della loro grande autofficina, ubicata nella zona dove una volta le leggendarie Fornaci Brunori hanno dato lavoro per quasi 120 anni a moltissimi borghigiani.

Ma prima di parlare di questa bella festa, com’è nostro costume ricordiamo la strada che hanno percorso Marino e Fabrizio. Dunque, l'Autocarrozzeria Giovannini apre nel febbraio del 1972 in via Giotto Ulivi a Borgo San Lorenzo, quando Fabrizio era ancora minorenne (17 anni)  e Marino (23 anni) si era fatto le ossa nella rinomata carrozzeria Mercedes da Sergio a Firenze. Il fondo dove è nata la Carrozzeria era ubicato in via Giotto Ulivi,  dove una volta era il laboratorio  della Falegnameria Giannelli & Brandaglia, prima dell’officina dei Parigi, fabbri-ferrai da una vita, che poi si  trasferì in via delle Fornaci per via degli spazi ristretti, proprio durante il terribile e freddissimo gennaio dell'85  (i tigli del viale della Soterna furono tutti abbattuti);  in quell'anno, Fabrizio  e Marino fecero i turni di per tenere acceso il fuoco dentro il capannone per non far congelare i solai che erano pregni d'acqua in mancanza degli infissi.

Ma la cosa carina, come ci racconta la cara Melissa, è che il porfido del piazzale circostante è stato interamente eseguito dal nonno Aurelio Giovannini, soprannominato “Checca” dal nome del bosco da cui portava la legna insieme alla sua mula (!!),  soprannome che, com’è tradizione delle famiglie patriarcali, è rimasto a Fabrizio. Un lavoro perfetto quello del buon Aurelio visto e considerato che a distanza di 30 anni è ancora integro. La storia va avanti e dopo il 2000 i figli di Marino e Fabrizio, Matteo, Alessandro e Melissa sono entrati nella ditta di famiglia, nel 2007 è stato acquisito un  capannone adiacente ( dove c’era un laboratorio di idraulica) e nell'anno 2012 sono diventati i titolari della società.

Eccoci quindi alla motivazione alla festa di cui sopra;  lo scorso 2018 l’amico Aldo Rocchi titolare della Concessionaria Riverauto srl, che ha rapporti di lavoro ormai da diversi anni con la Ditta Giovannini, ha proposto ai titolari di diventare autorizzati Jaguar Land Rover (marchio di alto livello con alte richieste di attrezzature, formazione, servizi, modulistica,ecc.), perché la loro Concessionaria (come da contratto con il marchio automobilistico in continuo aggiornamento) ha l'obbligo di eseguire le prestazioni e ad attenersi ai requisiti relativi ai servizi di Carrozzeria che rispettino gli standard previsti dal programma denominato "Carrozzeria Jaguar Land Rover".

Tali requisiti  sono stati forniti dall'Ispettore “Jaguar Land Rover” che per circa un anno ha  formato e informato sulle attrezzature, corsi, procedure di accettazione, preventivazione, archiviazione e efficienza da attuare per tutte le autovetture che entrano in carrozzeria (non solo del marchio preposto), perché, come previsto, questo servizio che deve esser eseguito con diligenza si estende su tutti i marchi confermando che tale procedura sarà la sola adottata dalla firma del contratto in poi, per ciascuna riparazione.

Questo servizio di carrozzeria sarà annualmente verificato e certificato dal sistema “Dsat” e sarà continuamente aggiornato e adeguato all'evolversi delle vetture (alluminio, ibrido, elettrico, ecc.). Per il momento la carrozzeria è la prima nella Provincia di Firenze ad essere stata autorizzata dalla “Jaguar Land Rover”, con contratto firmato il 5 giugno 2019. Una bella soddisfazione per questi due cari amici dopo tanti lavoro ed altrettanti sacrifici.

Tutto questo è stato presentato, durante un copioso buffet rallegrato dalla consolle del mitico Andrea Cini, in un clima di festa, agli amici, ai clienti, alle autorità civili e amministrative (era presente il sindaco Paolo Omoboni, fresco di riconferma), a tanti estimatori di macchine d’epoca, alcune bellamente esposte. Non ci intendiamo di questo cose, segnatamente in questo settore automobilistico, ma nel nostro piccolo siamo rimasti meravigliati nell’osservare le nuove attrezzature, i nuovi macchinari ad altissimo livello tecnologico; mancava solamente un chirurgo in camera operatoria con tanto di  camice bianco e bisturi!! A parte questo non possiamo non rallegrarci con Marino e Fabrizio e i loro figli, che continuano con solerzia e tanta passione questa attività, ormai sulla soglia del mezzo secolo e proiettata nel Terzo Millennio.

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • LUCA ha scritto il 21 giugno 2019 alle 16:02 :

    OTTIMA AZIENDA Rispondi a LUCA

  • riccardo ha scritto il 21 giugno 2019 alle 09:35 :

    Sono cliente da tanti anni. Mai avuto una questione.Sempre puntuali e impeccabili Rispondi a riccardo

  • Teresa ha scritto il 21 giugno 2019 alle 09:31 :

    Marino e Fabrizio, bravi e coscienziosi artigiani Rispondi a Teresa

  • Maria ha scritto il 20 giugno 2019 alle 18:37 :

    Evviva il checca ! Rispondi a Maria

  • Marcello ha scritto il 20 giugno 2019 alle 17:52 :

    Bravi artigiani carrozzieri, sempre disponibili. Una piccola-grande azienda. Rispondi a Marcello

  • Maurizio ha scritto il 20 giugno 2019 alle 15:57 :

    LA PASSIONE E IL LAVORO FATTO BENE PORTANO A QUESTI RISULTATI. Rispondi a Maurizio

  • Carlo ha scritto il 20 giugno 2019 alle 15:43 :

    OTTIMA AZIENDA, SERI E SCRUPOLOSI. BRAVI!! Rispondi a Carlo

  • GILBERTO ha scritto il 20 giugno 2019 alle 15:37 :

    GRANDE "CHECCA". COMPLIMENTI E AUGURI!! Rispondi a GILBERTO

  • Melissa ha scritto il 20 giugno 2019 alle 13:53 :

    Grazie Aldo! Rispondi a Melissa