Ricordando Edjon Kapllan. Lettera di una sua professoressa

Condivisa e sottoscritta anche da altri mugellani

Attualità
visibility7315 - giovedì 09 maggio 2019
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Ricordando Edjon Kapllan. Lettera di una sua professoressa
Ricordando Edjon Kapllan. Lettera di una sua professoressa © n.c.

Scrive a OK!Mugello la professoressa Manuela Moscardi, che è stata insegnante di Edjon Kapllan (il ragazzo deceduto nelle scorse settimane in seguito all'incidente accaduto a Pianvallico, clicca qui per l'articolo di OK!Mugello) quando lui frequentava le scuole medie di San Piero a Sieve. Lettera che è stata poi condivisa anche da Giada Ciampi, Monica Orlandi ed Emanuela Pieri:

Brilla nel cielo una stella e forse, dietro a quel bagliore, è nascosto il tuo sorriso acceso: il Cielo accoglierà te, Edjon, il tuo sorriso e di sicuro lassù ci sarà un posto speciale tutto per te!!!

Ricordare un ragazzo di 26 anni non torna... ripensare ad un ragazzo di 26 anni che non c'è più non torna.. riavvolgere il nastro della memoria non torna davvero...

Ricordare, ripensare, riavvolgere il nastro della memoria che ti riguarda, Edjon, suscita un dolore talmente grande che è quasi impossibile scrivere...

Basta tornare un po' indietro nel tempo per vederti e ricordare qualcosa di te: tu sei seduto all'ultimo banco in una classe di una scuola del Mugello e, mettendo da una parte ciò che vorresti in quel momento, provi con tutto te stesso ad apprezzare quel luogo: vederti e ricordarti fa riaffiorare bei momenti di scuola e un vivido ricordo di te: preferisci stare seduto in fondo all'aula perché sei troppo alto, già molto grande fisicamente, rispetto ai tuoi compagni... nonostante tu sia già pronto da tanto tempo per lasciare questa e tutte le scuole che potrebbero accoglierti, hai un comportamento rispettoso. Riconosci che ci sono persone che provano a farti apprezzare la scuola e tutto quello che potrebbe farti intravedere il tuo futuro nel mondo del lavoro!!!

Ricordare te in questo momento è davvero triste e pensare che il tuo futuro sarà affidato solo al ricordo ci fa fermare e riflettere...

Ciao Edjon, sorridi nel cielo e vai a cercare qualcuno che possa farti compagnia lassù, in uno spazio che ci auguriamo accogliente e capace di onorarti in maniera speciale... con tutti gli onori speciali che devono essere riservati ai ragazzi che lasciano la vita su questa terra troppo presto...

 

Lascia il tuo commento
commenti