Simposio di Scultura. I ragazzi intervistano la vincitrice

Attualità
visibility319 - sabato 03 novembre 2018
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Simposio di Scultura. I ragazzi intervistano la vincitrice
Simposio di Scultura. I ragazzi intervistano la vincitrice © n.c.

Su OK!Mugello l'articolo scritto dai ragazzi delle classi terze della scuola secondaria dell'istituto di Scarperia e San Piero. Ecco l'articolo nel quale hanno intervistato la vincitrice, Aurora Avvantaggiato:

San Piero a Sieve: XVI Simposio A.Berti

Finalissima per il Simposio di scultura, evento biennale dedicato all’arte che coinvolge gli studenti delle più importanti accademie di Belle Arti italiane e internazionali.

I 6 giovani artisti a lavoro per le loro sculture, impegnati da mercoledì 12 nella XVI edizione del Simposio di scultura “Premio Antonio Berti”. L’atmosfera e le emozioni uniche che si creano all’Area Feste, coinvolgono gli scultori concentrati nelle loro bellissime sculture.

Oggi parleremo con Aurora Avvantaggiato, artista del Simposio 2018. Abbiamo deciso di incontrarla e farle qualche domanda.

COM’E’ NATO L’AMORE PER LA SCULTURA?

“E’ antico, l’amore della scultura nasce quando cominci a toccare la prima materia che usi nella scuola ovvero l’argilla. Quindi ti rendi conto che ti esprimi meglio toccando la materia, modellandola, e la cosa che la rende unica è la tridimensionalità. “

DA DOVE PRENDI ISPIRAZIONE ?

“Io ho sempre lavorato guardando la natura e tutto ciò che ci circonda. Studio l’essere umano, la storia, e sopratutto da questo prendo ispirazione.”

SE POTESSI INCONTRARE UN ARTISTA DEL PASSATO, QUALE SAREBBE?

“Michelangelo, perchè vorrei chiedergli come faceva a fare sculture perfette nonostante non avesse gli attrezzi che abbiamo noi oggi.”

INVECE LA TUA SCULTURA “LA RISERVA” COSA RAPPRESENTA?

“Il lavoro della Terra, il lavoro dei contadini e tutto quello che c’è dietro. E’ il cibo degli animali, quindi il lavoro dell’uomo e anche della donna, perchè c’è un piede maschile e uno femminile. Quindi il lavoro manuale”.

Ti ringraziamo per il tempo che ci hai regalato, siamo sicuri che le tue parole ci aiuteranno ad apprezzare di più l'arte e a riflettere maggiormente durante le varie attività artistiche a scuola e non solo.

Gli studenti delle classi terze di

San Piero a Sieve.

 

Lascia il tuo commento
commenti