Mugello a teatro. Presentate le stagioni dei teatri Giotto di Borgo e Vicchio

Attualità
visibility528 - sabato 13 ottobre 2018
di Massimiliano Miniati
Più informazioni su
Mugello a teatro. Presentate le stagioni dei teatri Giotto di Borgo e Vicchio
Mugello a teatro. Presentate le stagioni dei teatri Giotto di Borgo e Vicchio © n.c.

Presentate questa mattina (sabato 13 ottobre) nei locali della biblioteca di Vicchio le due stagioni dei teatri Giotto di Borgo san Lorenzo e Vicchio.

Carlotta Tai assessore alla cultura del comune di Vicchio, Cristina Becchi assessore alla cultura del comune di Borgo San Lorenzo, Vieri Chini di Teatro Idea, Mariella Iannuzzi e Gherardo Vitali Rosati per Fondazione Toscana spettacolo hanno illustrato i due cartelloni che offriranno al pubblico mugellano 17 appuntamenti imperdibili.

Il Teatro Giotto di Borgo San Lorenzo inaugurerà la stagione 2018-19 martedì 27 novembre con Emilio Solfrizzi, Paola Minaccioni in A TESTA IN GIÙ di Florian Zeller con la regia di Gioele Dix

Daniel invita a cena, contro il consiglio di sua moglie, Patrick suo migliore amico e la sua nuova partner Emma per la quale ha lasciato la moglie. Emma, giovane e carina provoca una tempesta negli animi dei commensali, scuotendo le loro certezze, risvegliando frustrazione, gelosia e invidia.

Mercoledì 12 dicembre Sotterraneo presenta OVERLOAD scrittura Daniele Villa

con Sara Bonaventura, Claudio Cirri, Lorenza Guerrini, Daniele Pennati, Giulio Santolini

Visto da qui il pianeta sembra semplicemente troppo rumoroso e distratto per riuscire a sopravvivere – persino i ghiacciai si sciolgono troppo lentamente perché qualcuno presti attenzione alla cosa. Torniamo al suolo e guardiamoci da vicino: stiamo tutti mutando… in qualcosa di molto, molto veloce.

Giovedì 10 gennaio Ambra Angiolini e Matteo Cremon in LA GUERRA DEI ROSES di Warren Adler

Il testo, seppur riscritto e reinterpretato, è ovviamente ispirato al romanzo di Warren Adler, divenuto noto grazie alla fama dell’omonima pellicola con Michael Douglas e Kathleen Turner. Ed è la storia della lenta e terribile separazione tra i coniugi Roses. Una storia dalla trama semplice, ma logorante come il rapporto tra i due coniugi e come la loro personalità che si spegne lite dopo lite.

lunedì 11 febbraio Laura Morante in VOCI NEL BUIO scritto e diretto da John Pielmeier versione italiana Franco Ferrini

L’elettrizzante e sorprendente thriller di John Pielmeier, allestito per la prima volta in Italia, incontra la straordinaria qualità e il carisma di Laura Morante, per dare vita a uno spettacolo coinvolgente nel quale niente – e nessuno – è come sembra; uno spettacolo e una protagonista che terranno il pubblico col fiato sospeso fino all’ultimo secondo.

Giovedì 21 febbraio Lello Arena in PARENTI SERPENTI di Carmine Amoroso regia Luciano Melchionna

Conosciuta dal grande pubblico grazie al film “cult” di Mario Monicelli del 1992, l’amara e divertente commedia di Carmine Amoroso racconta un Natale a casa degli anziani genitori che aspettano tutto l’anno quel momento per rivedere i figli ormai lontani. E se quest’anno gli amati genitori volessero chiedere qualcosa ai loro figli? Se volessero finalmente essere “accuditi”, chi si farà carico della loro richiesta?

Immancabile l’appuntamento con la danza fissato pergiovedì 7 marzo con la Compagnia Nuovo BallettO di ToscanA in PULCINELLA con la coreografia di Arianna Benedetti e la drammaturgia Andrea Di Bari Una rivisitazione in chiave contemporanea del capolavoro del balletto neoclassico del Maestro russo, in una inedita versione capace di far assaporare in termini moderni il gusto della Commedia dell’Arte del personaggio di Pulcinella, che dal suo mondo settecentesco, attraverso l’incontro con altri protagonisti del suo tempo assurge da maschera a immagine universale.

Mercoledì 20 marzo IL PIACERE DELL’ONESTÀ di Luigi Pirandello regia Alessandro Averone

Angelo Baldovino, malvisto dalla società in cui vive a causa del suo passato costellato di imbrogli dovuti al vizio del gioco, su invito di un vecchio compagno di scuola, accetta di unirsi in matrimonio ad Agata, una giovane donna che aspetta un bambino da un nobile ammogliato, il marchese Fabio Colli. Un matrimonio, insomma, che deve creare l'apparenza della rispettabilità ed evitare lo scandalo.

Conclusione di stagione mercoledì 3 aprile con Giorgio Pasotti in FORZA, IL MEGLIO È PASSATOregia Davide Cavuti

“Forza, il meglio è passato…” attraversa la storia di alcuni personaggi del teatro e della letteratura e le varie epoche in cui hanno preso forma, cogliendo gli aspetti della vita dell’uomo quali l’essere, l’apparire, l’amore. Le innumerevoli contraddizioni dell’individuo, di come dover vivere le ingiustizie, i dolori, il destino, saranno messi in scena con ironia e anche con una profonda analisi dell’umano sentire in rapporto alle problematicità della vita quotidiana.

La nuova stagione del Teatro Giotto di Vicchio prenderà il via venerdì 23 novembre con Paolo Belli in PUR DI FARE MUSICA di Paolo Belli e Alberto Di Risio regia Alberto Di Risio con Juan Carlos Albelo Zamora, Giuseppe Stefanelli, Mauro Parma, Paolo Varoli, Gaetano Puzzutiello, Gabriele Costantini, Enzo ProiettiIl palco è una sala dove alcuni musicisti sono in ritardo per le prove così che il percussionista Peppe si offre di dare una mano proponendo altri musicisti di sua fidata conoscenza, cioè un chitarrista sordo, caratterizzato da un’unica espressione impenetrabile, soprannominato Il Gelido e quattro gemelli sudamericani che non possono suonare contemporaneamente per dissapori familiari. Questo è lo spunto su cui si reggerà, in maniera scorrevole e gradevolissima, l’intero tessuto narrativo della storia.

Sabato 1 dicembre LA PARTE MIGLIORE DI ME Di Francesca Detti e Andrea Gambuzzacon Ilaria Di Luca e Andrea Gambuzza produzione Orto degli Ananassi

L'impatto emotivo dello spettacolo è forte, tanto più che tratta temi di attualità: la separazione dei padri, ma anche le difficoltà economiche degli stessi, il sistema dei servizi sociali, la burocrazia, il lavoro.

Venerdì 14 dicembre Amanda Sandrelli LA LOCANDIERA di Carlo Goldoni adattamento e drammaturgia Francesco Niccolini regia Paolo Valerio, Francesco Niccolini con Alex Cendron e con Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci scene Antonio Panzuto

Credo che sia il nome a trarre in inganno: Mirandolina suona troppo dolce, troppo seducente e brioso per poter nascondere qualcosa di diverso. Ma – si sa – i nomi talvolta ingannano. Eppure Carlo Goldoni mette in guardia ancora prima che il testo abbia inizio, lo fa nell’avvertimento destinato al lettore: «Fra tutte le Commedie da me sinora composte, starei per dire esser questa la più morale, la più utile, la più istruttiva. Sembrerà ciò essere un paradosso a chi vorrà fermarsi a considerare il carattere della Locandiera, e dirà anzi non aver io dipinto altrove una donna più lusinghiera, più pericolosa di questa.»

Domenica 20 gennaio Alessandro Fullin in PICCOLE GONNE di Alessandro Fullin liberamente ispirato a Little Women di Louisa May Alcott regia Alessandro Fullin

La storia è nota: Mrs March, una madre estremamente apprensiva, deve sistemare le sue quattro figlie con matrimoni all’altezza delle sue aspettative. Purtroppo, nessuna delle sue figlie (Mag, Jo, Amy, Beth), malgrado esse siano convinte del contrario, ha molto da offrire a un giovanotto americano.

Mercoledì 30 gennaio Paolo Rossi e Una Bella Compagnia in IL RE ANARCHICO E I FUORILEGGE DI VERSAILLES da Moliere a George Best regia Paolo Rossicon Renato Avallone, Marianna Folli, Marco Ripoldi, Chiara Tomei assistente alla regia Laura Negri. Paolo Rossi, il più imprevedibile e incisivo degli attori comici italiani, qui presente non solo nella veste di autore, ma anche di regista e interprete, prosegue con la quarta e ultima tappa il lungo viaggio attorno al pianeta Moliere. Paolo Rossi, capocomico per eccellenza, dirige una straordinaria compagnia di attori e musicisti e grazie a un’improvvisazione rigorosa, rende lo spettacolo nuovo ogni sera.

Sabato 9 febbraio Debora Villa in GLI UOMINI VENGONO DA MARTE, LE DONNE DA VENERE dal best seller di John Gray

A portare in scena l'adattamento teatrale, una esilarante terapia di gruppo collettiva, del libro più celebre dello psicologo statunitense John Gray sarà per la prima volta in assoluto una donna: l'attrice Debora Villa. Cercando di restare imparziale, Debora vi condurrà per mano alla scoperta dell'altro sesso senza pregiudizi. Per la prima volta quindi, sarà una rappresentante di Venere a ricordarci, con la sua comicità travolgente e irriverente, raffinata e spiazzante, quali sono le clamorose differenze che caratterizzano i Marziani e le Venusiane.

Sabato 9 marzo Antonio Catania, Nicolas Vaporidis, Maurizio Mattioli in L’OPERAZIONE, scritto e diretto da Stefano Reali. Roma, 7 luglio 1990, il giorno della semifinale Italia-Argentina del Mundial. Secondo alcuni, la migliore Italia di sempre…Non c’erano telefonini, non c’era Wattsapp, c’era a malapena Internet, ma da poco. Non c’erano i Social Network. Non c’era l’Euro, c’erano ancora le Lire. Ma c’era tanta vita vera, non “virtuale”. Massimo, grazie ad una raccomandazione, riesce a farsi ricoverare nel reparto Ortopedia di un grande ospedale romano. A trentacinque anni, vuole sottoporsi ad una ricostruzione dei legamenti del ginocchio, altrimenti dovrà smettere di giocare al calcio, la sua grande passione. Ma il suo compagno di stanza Luigi, un lungodegente “veterano” dell’ospedale, lo induce a riflettere sulla futilità di quell’intervento al ginocchio

Sarà poi la volta di un concerto fuori abbonamento programmato all’interno del festival giotto jazz giovedì 21 marzo con GINEVRA DI MARCO E L’ORCHESTRA MULTIETNICA DI AREZZO repertorio di tradizione italiana e argentina

Conclusione sabato 6 aprile con la straordinaria Lucia Poli che racconta ANIMALESSE storie di animali in prosa, in poesia, in musica accompagnate da una musicista alla fisarmonica. Una brillante interpretazione di Lucia Poli che offre al pubblico, con la sua straordinaria capacità di passare dal sussurrato al grottesco, dal giocoso al satirico, storie nelle quali è protagonista la femmina di un animale: un vero e proprio laboratorio della fantasia dove galline,scarafaggi, gatte e topastre parlano allegramente e si raccontano,accompagnati dalla fisarmonica di una dinamica musicista. La Poli torna a Vicchio dopo l’eccezionale successo della stagione scorsa con “Le sorelle Materassi”.

 

Lascia il tuo commento
commenti