Bruna Bigazzi in mostra. Inaugurazione & Ricordi

Attualità
visibility824 - martedì 18 settembre 2012
di Aldo Giovannini
Più informazioni su
Bruna Bigazzi in mostra. Inaugurazione & Ricordi
Bruna Bigazzi in mostra. Inaugurazione & Ricordi © n.c.

Sono state bravissime le ex allieve e gli ex allievi della Signora Bruna Bigazzi, nota artista di Ronta di Mugello, scomparsa lo scorso 20 marzo 2012  alla veneranda età di 97 anni, nell’organizzare ed allestire in poco tempo nella sala espositiva di Villa Pecori Giraldi, una prima mostra postuma, nel ricordo della loro cara e indimenticabile maestra.

Erano presenti all’inaugurazione tante persone, fra pittori, pittrici, molti amici, tanti rontesi, per la commozione dei figli e dei famigliari, felici nel constatare una così  spontanea  manifestazione d’affetto per una amabile donna (orgogliosamente donna di fede), che ha lasciato un grande segno della sua presenza artistica e culturale (era anche una finissima scrittrice), in un momento davvero felice per l’arte mugellana fra gli anni ’70 e gli anni ’90 del secolo scorso, quando ancora operavano in loco artisti di alto livello, da Lino Chini a Rutilio Muti, da Armeno Mattioli a Mario Lapi (ha proposito ma la sua Saletta a Villa Pecori Giraldi con le opere donate al Comune, che fine ha fatto!!), da Alberto Bonanni a Giancarlo Donatini, da Gigi Savi a Dino Molinelli, così tanto per citarne qualcun.

Bruna Bigazzi, rarissima donna… pittrice, in mezzo a tutti questi suoi colleghi, non sfigurava, tutt’altro, con tante simpatiche discussioni che molte volte abbiamo seguito specialmente nel prestigio della Galleria d’Arte La Medicea, uno dei riferimenti artistici più in vista e di alto livello nel Mugello.

Dopo i ricordi di Andrea Banchi, Adriano Gasparrini, dell’ex allievo Stefano Santi, il figlio a nome dei fratelli e di tutti i congiunti, ha ringraziato sentitamente tutti coloro che si sono adoprati per questa mostra postuma, ricordando poi alcuni aspetti inediti della madre nella sua lunga esistenza davvero intensa in tutti i sensi.

Vogliamo terminare questa recensione (conoscevamo molto bene la signora Bigazzi ed era amica di nostro padre Amilcare, che di pittura se ne intendeva, e molto!) con un breve ricordo di Gianna Giannini, una delle sue predilette allieve. Scrive la cara Gianna: “ - Avendo frequentato lo studio della Bruna dal 1989 al 1993 ho avuto modo di conoscerla e di apprezzarla.

Bruna è stata una persona che si è dedicata interamente all'arte e all'insegnamento, oltre che essere anche scrittrice. Personalmente la devo ringraziare perché, se oggi sotto il profilo artistico ho raggiunto un buon risultato, lo devo a lei che in quel lontano 1989 mi ha sgridato, incitato e fatto lavorare tanto.

La voglia di fare e di arrivare era talmente tanta che spesso non vedevo l'ora che il lavoro fosse finito per iniziarne uno nuovo, ma lei mi diceva: "le gattine frettolose fecero i gattini ciechi" e molte volte cancellava il lavoro fatto e dovevo ripartire da capo. Aveva ragione lei, per ottenere dei risultati, oltre alla dedizione e all'amore per la pittura serve anche tanta pazienza e soprattutto umiltà “. Con queste belle parole di Gianna Giannini, vogliamo ringraziare tutti coloro che in un modo o nell’altro hanno voluto questa bella mostra ( sono state esposte circa 40  opere), nel ricordo di una donna amabile e grande artista.

Foto 1 (in alto): Un gruppo di ex allievi della signora Bruna Bigazzi. Da sinistra in alto Gianna Giannini, Simona Corsini, Elisa Baldini, Rossana Ronconi, Marta Morolli, Paola Paoli, Stefano Santi. Da sinistra sul davanti Mirella Frizzi e Grazia Bonanni.

 

 

Foto 2 e 3 (qui sopra): Un momento dell’inaugurazione della mostra di Bruna Bigazzi a Villa Pecori Giraldi.    

(Foto Marco Tortoli)

 

Lascia il tuo commento
commenti