La cena ecumenica della delegazione mugellana dell'Accademia italiana della Cucina

Attualità
visibility625 - venerdì 22 ottobre 2021
di Aldo Giovannini
Più informazioni su
Gli chef presenti
Gli chef presenti © Studio Noferini

Una serata quella vissuta giovedi sera  21 ottobre 2021 nel Castello di Barberino (anticamente dei Cattani Da Combiate) veramente gradevole in tutti i sensi, segnatamente durante la conviviale per i piatti preparati da otto noti locali del Mugello, condotti da chef davvero professionali, come professionale è stato il servizio a tavola. Organizzata in maniera impeccabile dalla Delegazione del Mugello dalla Accademia Italiana della Cucina, fondata nel 1953 dal grande giornalista e scrittore Orio Vergani (Vergani conosceva il Mugello essendo stato più volte ospite di don Rino Bresci, parroco di Santa Maria a  Pulicciano), il presidente (o presidenta! Ma!), avv. Monica Sforzini, nel saluto a tutti gli ospiti (erano presenti anche diverse autorità civili e amministrative di Scarperia  San Piero, Barberino e Vicchio), ha spiegato le finalità dell’associazione, mettendo in evidenza i prodotti del Mugello, ricordando altresi che in quello stesso giorno (giovedi) e alla stessa ore (21), in tutto il territorio nazionale le tantissime Delegazioni dell’Accademia della Cucina, erano a convivio con i prodotti locali e regionali.

Quindi l’amico e collega Tebaldo Lorini, che nel suo palmares ha all’attivo diversi libri sui prodotti e sulla cucina mugellana, ha spiegato agli astanti la storia di tanti cibi che giornalmente imbandiscono le tavole su tutto il territorio del Mugello, dell’Alto Mugello e del Santerno. Per dovere di cronaca i piatti denominati “ Il Bosco e il Sottobosco del Mugello” - castagne, funghi,tartufi e frutti di bosco - , sono stati preparati e serviti dalla Macelleria Roberto de la Cavallina, Cristian Mattia della Fattoria il Palagio, Ercole Lega  della Locando del Senio, Paola Giovannardi dell’antica Osteria di Montecarelli, Marco Banchini del Ginepraoio l’Agriristoro, Alberto Gianassi  della trattoria “da Alberto ”, Cristian Borchi dell’Antica Porta di Levante, Elisabetta Fusi e  Mirko Dello Iacono “O per Bacco”, con finale unitario servendo uno squisito marron glacè con panna montata. 

Gli oltre 150 ospiti, non potevano non  applaudire quando ogni piatto veniva spiegato, da coloro che lo avevano preparato, con amore, passione e fantasia. I nostri complimenti a tutti questi amici, ovviamente molto felici dell’esito di questa serata, e naturalmente a tutto il consiglio direttivo della Delegazione del Mugello (fu fondata fra gli altri anche dall’indimenticabile Adriano Borgioli di Valdastra),  per la capacità organizzativa di mettere insieme tutto quel piccolo-grande mondo della nostra succolenta cucina mugellana  e suoi prodotti di quedestaa generosa terra. Bravi a tutti e complimenti. 

Foto 1: A destra l’Avv. Monica Sforzini  presidente della Delegazionre del Mugello dell’Accademia della Cucina Italiana

Foto 2: L’intervento dello scrittore Tebaldo Lorini 

Foto 3: Una panoramica del convivio nella accoglienti sale del  Castello di Barberino 

Foto 4: Foto paromica degli chef presenti per questa occasione. 

(Foto cronaca Studio Noferini)

 

Lascia il tuo commento
commenti