Da Padulivo a Crespino sul Lamone. Le giornate della memoria in Mugello

Attualità
visibility226 - martedì 13 luglio 2021
di Aldo Giovannini
Più informazioni su
La locandina della cerimonia a Crespino sul Lamone.
La locandina della cerimonia a Crespino sul Lamone. © N.c.

Dopo la cerimonia di sabato scorso (10 luglio 2021) nel ricordo dei 15 martiri di Padulivo (Comune Vicchio di Mugello), trucidati dai tedeschi il 10 luglio del 1944, domenica prossima 18 luglio 2021, sarà la volta di Crespino sul Lamone (Comune di Marradi), piccola frazione incastonata nei contrafforti appenninici, che ricorderà e commemorerà l’eccidio del 23 luglio del 1944, -- 77 anni orsono -- quando furono uccise ben 44 persone di Crespino, Fantino e Lozzole per una rappresaglia tedesca dopo che alcuni partigiani del luogo uccisero quattro tedeschi in fuga.

Questo il programma ufficiale della manifestazione: venerdi 16 luglio 2021, ore 20, Monumento Ossario, serata di preghiera con la Santa Messa ed a seguire presentazione di un filmato e dell’opuscolo “Un prete innamorato della sua gente. Don Luigi Vignoli, nella strage di Fantino e Lozzole. Relatore Gianfranco Poli.

Domenica 18 luglio 2021, ore 9,30 raduno delle autorità preposte e popolo in piazza don Trioschi; ore 10 corteo al Monumento-Ossario; ore 10,15, rito dell’Alza Bandiera, saluto della presidenza del Comitato Onorcaduti Irene Alpi, della dott.ssa Vittoria Mercatali vice sindaco di Marradi, e del sindaco di Marradi Tommaso Triberti in rappresentanza della Città Metropolitana; a seguire interventi delle rappresentanze Istituzionali presenti, fra i quali Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, con orazione ufficiale del dott. Giuseppe Matulli direttore dell’Istituto Storico della Resistenza. Presenzieranno alla cerimonia l’On. David Ermini, vice presidente CSN.; ore 11 Liturgia Eucaristica celebrata da S.E. Monsignor Mario Toso, Vescovo di Faenza e Modigliana; al termine Onori ai Caduti con la deposizione di corone d’alloro. Sono oltre 60 anni che scriviamo di questa cerimonia, speriamo anche domenica di esserci. Tutta la cittadinanza è gentilmente invitata.

 

 

Lascia il tuo commento
commenti