Centro Carni Mugello. Gestione affidata alla Caf per 20 anni. Con una gara pubblica

Attualità
visibility624 - martedì 15 giugno 2021
di Redazione
Più informazioni su
Da sinistra Roberto Nocentini (presidente Caf) e Philip Moschetti (Unione Mugello)
Da sinistra Roberto Nocentini (presidente Caf) e Philip Moschetti (Unione Mugello) © N.c.

E' stata affidata la gestione in concessione del Centro carni comprensoriale di proprietà dell'Unione dei Comuni del Mugello, a seguito di procedura pubblica sulla piattaforma regionale Start. La struttura in località Mattagnano, nel comune di Vicchio, è adibita alle attività di macellazione, sezionamento, conservazione, lavorazioni delle carni, sia di capi di allevamento (bovini, suini, ovini e caprini) che di selvaggina (ungulati, ecc). L'aggiudicatario della concessione, con una durata di 20 anni, è la Cooperativa Agricola Firenzuola (CAF).

Nelle gara pubblica particolare attenzione è stata attribuita alle variabili di origine e sostenibilità dell’offerta. Ed infatti era previsto un punteggio più alto per offerte che indicavano l’impegno all’acquisto da allevamenti localizzati nel territorio mugellano e nei comuni limitrofi, la possibilità di macellazione biologica e un basso impatto ambientale. Il contratto di concessione del servizio è stato siglato oggi.

Esprime soddisfazione il presidente dell'Unione dei Comuni Mugello Philip Gian Piero Moschetti: “Dopo anni di incertezza lo sforzo dell'Unione, di questa Giunta, è stato quello di arrivare nel più breve tempo possibile alla gara pubblica e all'affidamento della gestione. Non è stato facile e ci è voluto più del previsto in quanto si richiedeva di contemperare esigenze di economicità, salvaguardia ambientale e tutela del territorio, ma ci siamo riusciti e non possiamo che dichiararci soddisfatti. In un momento in cui il consumatore da valore non solo a 'Nato, allevato e macellato in Italia”, il cosiddetto 'Italia, Italia, Italia' o addirittura 'Toscana,Toscana, Toscana', l’assegnazione della concessione rappresenta un fatto estremamente positivo per l’intera economia locale. Questo territorio ha sempre puntato sulla filiera corta, spesso cortissima, sulla qualità, sul biologico. Ci sono riconosciuti prodotti e produzioni di alto livello, delle eccellenze, e carne e latte sono tra queste”

 

Lascia il tuo commento
commenti