Speranza ha firmato le ordinanze: confermata zona arancione per Toscana

Ecco la distribuzione dei colori in Italia

Attualità
visibility3579 - venerdì 05 marzo 2021
di Redazione
Più informazioni su
Il Ministro Speranza
Il Ministro Speranza © N.c.

Aggiornamento delle 19:30 - Il Ministro della Sakute, Roberto Speranza, ha firmato le nuove ordinanze che entreranno in vigore da lunedì 8 marzo. In zona rossa, a Basilicata e Molise, si aggiunge solo la Campania. Mentre la Toscana, come previsto, rimane arancione insieme a Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Abruzzo, Emilia Romagna, Marche, Piemonte, Umbria, e le province autonome di Bolzano e Trento. In zona gialla si trovano Liguria, Lazio, Calabria, Puglia, Sicilia e Valle d'Aosta e la Sardegna in zona bianca.

Oggi, venerdì 5 marzo 2021, mentre tutti stiamo aspettando i dati ufficiali che questa sera decreteranno i cambiamenti di colore delle regioni italiane, arrivano delle indiscrezioni riguardo al destino della Toscana per i prossimi sette giorni. In merito le edizioni locali online di Repubblica e Corriere sembrano essere concordi: se non ci saranno sorprese dell'ultima ora la Toscana potrebbe avere davanti a sè altri sette giorni di arancione; poi si vedrà (anche se il passaggio al rosso, con i dati degli ultimi giorni, sembra essere stato solo rimandato).

Il tutto, naturalmente, mentre ci sono zone molto critiche, come quella di Pistoia o quella di Arezzo. La zona di Pistoia, ad esempio, rimarrà rossa ancora per una settimana, mentre c'è preoccupazione per le zone di Prato e di Lucca (notizie riportate da Repubblica.it (Firenze). Il Corriere Fiorentiuno online, invece, riferisce di dati in peggioramento di Toscana sul filo di lana. Ma anche di una 'bocciatura' che oggi dovrebbe essere evitata. L'Rt della regione è infatti a 1,18, mentre la soglia per il passaggio in rosso sarebbe fissata a 1,25. Dati che, comunque, non consentono di tirare il classico 'sospiro di sollievo', in quanto i nuovi casi giornalieri rimangono alti (sui 1200) e in quanto l'occupazione delle terapie intensive avrebbe raggiunto la soglia del 30%. Per le scuole sarà il Ceps (Comitato per l'emergenza e la prevenzione scolastica) a decidere per la prima volta, in base ai contagi locali. 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Mugelli Giampiero ha scritto il 06 marzo 2021 alle 17:00 :

    Il ministro Speranza. Speriamo che cambi mestiere l'unico ministero per lui è: il ministero della inconcludenza e della infermità nazionale. Ormai non può nascondersi più Rispondi a Mugelli Giampiero