La violenza, oggi. Riflessione dello psicologo, dopo i fatti di Barcellona e di Turku. Parliamone, di domenica

Loris Pinzani

La violenza, oggi. Riflessione dello psicologo, dopo i fatti di Barcellona e di Turku. Parliamone, di domenica

La violenza, oggi. Riflessione dello psicologo, dopo i fatti di Barcellona e di Turku. Parliamone, di domenica
20/08/2017

L’editoriale di questa settimana di OK!Mugello è una nuova interessante riflessione dello psicologo Loris Pinzani. Molto attuale dopo gli ultimi attentati in Spagna e Finlandia:

Ogni giorno, in questa attualità quotidiana, ci troviamo di fronte all’argomento “violenza”. I fatti degli ultimi giorni ne sono prova. Non possiamo dire che oggi siamo più abituati alla violenza rispetto al passato. Per meglio dire, siamo più abituati al fatto che essa serpeggia morbosamente tra la gente comune, senza la possibilità di distinguerla e poterla evitare. I social diffondono notizie in tempo reale e le espongono nel dettaglio.

Ora, il dettaglio quasi sempre riguarda il fatto che si è svolto, molto meno spesso il motivo per cui esso è avvenuto. Questo è importante ed invito tutti a riflettere. Dietro ogni disastro legato alla violenza c’è certamente la storia che ha reso possibile l’aggressività che appare nell’atto compiuto.

Questo aspetto è estremamente rilevante, nel senso che nessuna violenza è di per sé legittima ma ogni violenza deriva da una precedente. Il giornalismo è spesso portato ad esporre il misfatto, il disastro, il dramma. Quasi mai viene raccontato il motivo sociale, individuale, storico che ha portato a quel disastro esposto nella notizia in questione. Eppure senza eccezioni ogni violenza è partorita da un’azione altrettanto efferata. Anzi spesso la violenza che genera quella successiva è invisibile quanto crudele. Al punto che è difficile da individuare e condannare.

Le notizie degli ultimi giorni raccontano veri drammi ed in essi viene chiesto implicitamente ad ogni individuo di tollerare la violenza subita senza riversarla su altri. Questo significa che ad ognuno è chiesto di non vendicare le morti di Barcellona, di non lapidare l’individuo che ha ucciso, squartato e gettato nei cassonetti la sorella. In sostanza la violenza genera sempre paura ed altrettanto è generata da un disastro mentale che la società e la legge riescono a sedare solo parzialmente. Tutto questo significa che quasi certamente il genere umano nel corso della sua storia non riuscirà a liberarsi dalla violenza e dall’aggressività, unica speranza è quella di moderare i danni evitando di rispondere con altrettanto aggressività all’aggressività che per prima si è manifestata.

Dr Loris Pinzani
Psicologo
Psicoterapeuta

Loris Pinzani


Collaboratore Nato a Firenze nel 1963. Laureato in Psicologia Clinica, autore di saggi e testi di Psicologia Clinica e di sociologia, autore di narrativa in ambito nazionale, Consulente in tema di psicologia clinica e sociale per reti televisive e radiofoniche. Relatore a congressi riguardanti l'intervento psicologico e redattore di rubriche televisive, coordina una intensa attività di ricerca insieme all'attività di Psicologo libero professionista nel Mugello, a Firenze, Roma e Milano.

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA