Una mostra, musica e molto altro. Le iniziative a Vicchio per la giornata contro la violenza sulle donne

Vicchio
il 25 novembre 2021 alle ore 17:00
il 28 novembre 2021 alle ore 17:00

Alla Casa di Giotto e con il Progetto Indaco

Una mostra, musica e molto altro. Le iniziative a Vicchio per la giornata contro la violenza sulle donne
N.c © N.c

Iniziative anche a Vicchio in occasione della “Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne”. A promuoverle e coordinarle la Commissione Pari Opportunità.

“La femminilità nell’arte” è il titolo della mostra collettiva ospitata dal 25 novembre presso il Museo Casa di Giotto a Vespignano, organizzata dall’associazione artistica cultura “Dalle terre di Giotto e dell’Angelico” insieme alla Commissione Pari Opportunità e al Comune di Vicchio, con il patrocinio della Regione Toscana e della Commissione regionale Pari Opportunità, della Città Metropolitana di Firenze, dell’Unione dei Comuni e della SdS Mugello, dell’associazione Artemisia.

“L’obiettivo della mostra è dar voce, tramite la personale interpretazione artistica, a coloro che la voce non possono usarla”, spiegano gli organizzatori. L’inaugurazione è fissata per il 25 novembre alle ore 17, mentre domenica 28 si terrà una Estemporanea “utilizzando solo il colore rosso e le sue sfumature come simbolo della giornata contro la violenza sulle donne”. La mostra chiuderà l’8 dicembre.

Un’altra iniziativa, “La persona al centro”, si terrà sabato 27 novembre alle ore 16 con il progetto “Indaco: Teatro con l’Altro” che propone un contributo musicale, “Restiamo umani”, con la lingua dei segni.

La Commissione comunale Pari Opportunità è composta dall’assessora alle Pari Opportunità Sandra Pieri, dalla vicesindaco Laura Bacciotti, la consigliera comunale Sabrina Landi, da Martina Poli, Caterina Coralli (peraltro vicepresidente della Commissione regionale Pari Opportunità) e Paola Panizza. L’organismo ha da poco un logo specifico che la identifica: “A nome mio e di tutte le componenti della commissione - afferma la presidente Sandra Pieri - invitiamo tutte le donne e tutti i cittadini a partecipare alle iniziative. E' nostro dovere, dovere di tutti tenere alta l’attenzione, riflettere e sensibilizzare ma soprattutto agire per combattere, fermare, eliminare la violenza sulle donne. E tutti dobbiamo sentirci responsabilizzati nel costruire contesti sostenibili per le persone con disabilità o fragilità, impegnarci nel 'prendersi cura' dell'altro".