La Cavalcata dei Magi a Borgo. Cronaca e foto di un altro successo

Aldo Giovannini

La Cavalcata dei Magi a Borgo. Cronaca e foto di un altro successo

La Cavalcata dei Magi a Borgo. Cronaca e foto di un altro successo
14/01/2019

In un pomeriggio di tenuo sole e un “freddino” davvero pungente, sabato scorso (12 gennaio 2019), la tradizionale “Cavalcata dei Magi” a Borgo San Lorenzo, giunta alla sua nona edizione, si è svolta senza intoppi e all’insegna della massima partecipazione, sia da parte del pubblico nelle vie e nelle piazze, sia per quanto riguarda i gruppi storici e folcloristici che hanno contribuito all’iniziativa; salvo errori mai così numerosi.

Una esibizione militaresca in piazza Martiri della Libertà

Elenchiamoli:
Cavalieri e Amazzoni del Mulino a Vento, Pontassieve;
Sbandieratori e Musici della Signoria, Firenze;
Gruppo Rinascimentale Scuola Media G. Della Casa, Borgo San Lorenzo;
Il Lauro danze rinascimentali Borgo San Sepolcro;
Gruppo danze storiche “La riverenza” Massa;
Gruppo di ballo storico L’aura di Castellina, Pistoia;
Porta Aretina, Contrada storica di Figline Valdarno;
Teatro Idea, Borgo San Lorenzo;
Gruppo Storico di Marliana,Pistoia;
Contrada Alfiere di Bagno a Ripoli;
Sartoria di Porta San Benedetto, Gualdo Tadino, Perugia;

I trombettieri e i tamburini della Signora di Firenze

Come sempre, il lungo corteo è partito dal parco di Villa Pecori Giraldi, dopo un momento storico tenuto dal Teatro Idea, (splendida “Madonna” l’assessore Cristina Becchi con consorte), con la rappresentazione dell’incarico da parte di Cosimo de’ Medici a Benozzo Gozzoli per l’affresco illustrante, la Cavalcata dei Magi in Palazzo Medici Riccardi, è partita la colorata sfilata che ha attraversato il centro di Borgo S. Lorenzo.

I magnifici costumi rinascimentali sfilano in piazza Gramsci

Dopo un primo scenario in piazza Martiri della Libertà, con l’esibizione dei tamburini, sbandieratori e musici della Signoria di Firenze, che hanno ottenuto tantissimi applausi quindi in piazza Gramsci con le danze rinascimentali e successivamente in piazza Dante davanti al Palazzo Comunale, il corteo si è riformato per portarsi nella piazza del Popolo (quasi un teatro all’aperto, con la bella scalinata davanti al palazzetto Franceschi – ex Municipio), dove i vari gruppi (tamburini, suonatori, sbandieratori e danzatori) si sono esibiti con grande successo per la loro bravura.

I giochi e le danze in piazza del Popolo

Una volta terminate le performance storiche, tutto il corteo si è portato all’interno della Pieve di San Lorenzo per portare i doni al “ bambinello” dove era stato predisposto il Presepe, e poi per ascoltare alcuni canti da parte dei tantissimi studenti della Scuola Statale “Giovanni della Casa” di Borgo San Lorenzo, diretti dalla Prof. Marilisa Cantini accolti con entusiasmo dal Pievano don Luciano Marchetti, che è rimasto piacevolmente sorpreso dalla straordinaria partecipazione.

I figuranti delle varie associazioni di costume e d’epoca sui gradini del palazzo Franceschi in piazza del Popolo, mentre seguono le danze e gli sbandieratori.

Poi i ringraziamenti a tutti coloro che hanno contribuito (sponsor, commercianti, amministrazione comunale) compresi i soci, i dirigenti del Comitato pro Organo Stefanini 1696 e diversi amici, che si sono alquanto attivati, affinchè il tutto potesse andare a buon fine (e così è stato).

L’ingresso solenne dei Re Magi nella Pieve di San Lorenzo

Quindi, come ci diceva l’amico giornalista Paolo Marini, la macchina organizzativa – per meglio dire il carro armato – coordinata da Marilisa Cantini ha funzionato ancora una volta in modo invidiabile, e il consenso degli spettatori è stato unanime. Il ricavato della manifestazione sarà devoluto al Progetto di Restauro dell’Organo “Stefanini 1969”, per il quale fra breve dovrebbero iniziare i lavori di collocamento all’interno del Santuario del SS. Crocifisso.

Il saluto a tutti i partecipanti del pievano don Luciano Marchetti.

Ripetiamo ancora una volta i nostri complimenti e i nostri ringraziamenti a tutti questi amici, che con grandi sacrifici, spirito paesano, che vuol dire un gran bene al proprio paese, nonostante le solite ridicole polemicucce (naturalmente vengono da coloro che per Borgo non hanno mai alzato un dito!), sono sempre all’ordine del giorno. Come di consueto pubblichiamo a corredo alcune immagini fotografiche per rendersi conto della riuscita di questa bella iniziativa paesana. (Aldo Giovannini)

Il Coro degli studenti della Scuola Media “Giovanni della Casa” diretti dalla prof. Marilisa Cantini

(Foto cronaca di A.Giovannini – Paolo Marini)

Aldo Giovannini


Redattore . Nato a Borgo San Lorenzo nel 1940; giornalista fin dal 1954; autore di circa diecimila articoli di arte, storia, cultura, folclore, costume, sport, vita sociale, civile, religiosa, politica. Appassionato di storia del Mugello, ha dato alle stampe dodici volumi su Borgo San Lorenzo in particolare e sul Mugello in generale. Detiene in archivio 90 mila immagini, dal 1860, di tutto il territorio.

4 commenti

  1. Maria ha detto:

    Bravi e complimenti a tutti a tutti

  2. paola ha detto:

    Se non si sostengono queste iniziative, anzi gli diamo contro, siamo un paese alla …frutta.

  3. GILBERTO ha detto:

    EVVIVA LA CAVALCATA DEI MAGI!!!

  4. Marilisa ha detto:

    Grazie di cuore, Aldo, per la bellissima cronca dell’ evento.Si, tanta fatica ma quando tutto và bene e la gente è entusiasta la fatica scompare e si comincia a pensare all’ anno prossimo!!!!!
    Marilisa Cantini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA