OK!Mugello

Morto Massimiliano Pescini, il consigliere regionale aveva 49 anni

Politica in lutto per la prematura morte dell'ex sindaco di San Casciano Val di Pesa. UN lutto di tutti.

  • 517
Pescini Pescini © NN
Font +:
Stampa Commenta

Un lutto tremendo e inatteso ha colpito la politica toscana: 
Si è spento dopo una breve e tremenda malattia che in pochi mesi non gli ha lasciato scampo l'ex sindaco di San Casciano Massimiliano Pescini, attualmente consigliere regionale del Pd.
Massimiliano Pescini era stato sindaco per due mandati prima di lasciare, 5 anni fa, la guida del paese chiantigiano a Roberto Ciappi di Sa Casciano che oggi è letteralmente sotto choc dopo aver appreso la triste notizia.

Da sindaco si ricordano le sue battaglie per la sicurezza della superstrada Siena Firenze, più volte sceso in strada a manifestare, il suo impegno per il sociale e per le scuole.
Da consigliere regionale ha continuato ad avere cura per il territorio che lo aveva eletto e che ha sempre amato.
È stato al fianco dei lavoratori della ex Sacci durante il loro tentativo di difendere il posto di lavoro ed era presente agli eventi che mettevano in evidenza il Chianti.
Ad andarsene stanotte, lo pensano in tanti, è stato soprattutto una brava persona, un uomo leale e sincero che mancherà insieme al suo sorriso.

A piangerlo in queste ore, lasciando messaggi attoniti sui social sono in moltissimi. 
Il primo messaggio è del presidente della Regione, Eugenio Giani:
“Te ne sei andato troppo rapidamente caro Massimiliano, amico e compagno di tanto impegno e tante battaglie. Sempre la figura per noi di equilibrio, dialogo, competenza e determinazione nel raggiungere gli obiettivi che ci proponevamo ma così profondamente umano da cercare di coinvolgere tutti nell’interesse della comunità. È per me un momento di profondo dolore, la reazione che avverto è “non è giusto”, con te se ne va una delle persone migliori nel condividere questo impegno. Piango un amico e compagno di strada che mi mancherà tantissimo, che la terra ti sia lieve Massi”.

Il sindaco di Firenze e della Città Metropolitana Dario Nardella: “Non ci sono parole per esprimere il dolore di un amico caro, un collega leale che ti lascia. È successo troppo presto caro Massimiliano. Porterò per sempre con me l’energia del tuo sorriso, la forza della tua calma, la profondità della tua intelligenza. A nome mio, della comunità fiorentina e della città metropolitana il mio più sincero cordoglio ai familiari, agli amici, al consiglio regionale e a tutta la comunità di San Casciano in Val di Pesa”.

La segretaria del Pd Elly Schlein si dice addolorata per la morte di Pescini. "La scomparsa di Massimiliano Pescini - afferma - è una notizia molto dolorosa per tutta la comunità democratica. Massimiliano era una persona stimata, amata dalla sua comunità, San Casciano, che ha amministrato per tanti anni. Ora era consigliere regionale, rispettato perché sempre corretto e disponibile all'ascolto. E' una di quelle persone che ha incarnato e reso sempre visibile l'impegno politico come servizio. Ci stringiamo alla sua famiglia e alla sua comunità”.

"Io oggi non trovo le parole. Non trovo le forze. Mi sento vuoto, smarrito. È un dolore feroce, un morso allo stomaco. 'Non mi sento bene' ci hai detto quel maledetto giorno in cui sei uscito per l'ultima volta dall'aula e noi ti abbiamo accompagnato giù per le scale e 'stai tranquillo, Massi, ti accompagnano al pronto soccorso così ti controllano'. Era due mesi fa e oggi non ci sei più e io non lo riesco nemmeno a dire, a credere, a pensare". Così, con un post sui social, Antonio Mazzeo, presidente del Consiglio regionale della Toscana.
"Tu compagno, collega, amico, confidente - scrive Mazzeo - Tu sempre con una parola e un sorriso, una pacca sulla spalla. Tu che si litigava e si discuteva come fanno solo gli Amici, quelli veri, quando si vogliono bene e se ci si vuole bene ci si dice tutto senza paura, senza freni e poi però ci si abbraccia e avanti, sempre insieme, sempre dalla stessa parte. Tu che l'ultima volta che ci siamo visti ti sei preoccupato di me, per me e io avrei voluto solo abbracciarti e dirti 'stai tranquillo, Massi, passa anche questa e ci rivediamo presto'. E invece sapevo che, presto, sarebbe arrivata una telefonata che non avrei voluto ricevere e a cui non avrei voluto rispondere".

"Massimiliano ci ha lasciati. Prima ancora che un politico intelligente e competente, che non si risparmiava mai, se ne va un amico e una persona perbene. Un galantuomo della politica. Un amministratore amatissimo dalla sua comunità, San Casciano, che ha amministrato per tanti anni, infine dirigente e consigliere regionale, sempre disponibile all'ascolto, corretto, amato nel nostro partito e stimato e rispettato da tutti i colleghi, anche dai banchi dell'opposizione. Arrivi alla sua famiglia l'abbraccio collettivo del Pd toscano. Troveremo presto le occasioni per ricordarlo come merita". Così il deputato Emiliano Fossi, segretario del Pd toscano.

"Fa così male che non ci voglio credere – scrive su Instagram Simona Bonafè – Quattro anni insieme alla guida del pd Toscana, le tante battaglie fatte, le telefonate che duravano ore, le cose su cui andavamo d’accordo con uno sguardo e quelle, tante, su cui avevi da argomentare con la forza della tua calma, con garbo e gentilezza. Prima di essere un bravo politico, eri una bella persona. Oggi il partito democratico perde una delle più competenti, intelligenti e appassionate figure. Ed io, e tanti altri, perdiamo un amico vero. Anzi, “sincero”. Mi mancherai tantissimo Massi”.

"Massimiliano era un amico. Insieme abbiamo condiviso un pezzo di strada importante che non dimenticherò mai. Un momento in particolare ci ha uniti profondamente: il Viaggio della Memoria con i ragazzi delle scuole nel 2019. In quei luoghi in cui il dolore si tocca con mano, ho sempre in mente il ricordo di una persona sensibile e preziosa. Vivere insieme quei momenti ci ha legato per sempre”. Così Sara Funaro sui social. “Nella sua vita Massimiliano si è sempre battuto per battaglie importanti con serietà e dedizione - continua - La sua scomparsa segna un giorno triste. Per me e per tutta la nostra comunità democratica. Mi stringo alla famiglia con tutto il cuore. Ciao Massimiliano, mi mancherai”.

"Un grande dolore, come capita quando perdiamo una persona cara, un compagno, un amico e un collega con il quale abbiamo condiviso una parte della nostra vita. La prematura scomparsa di Massimiliano Pescini è un evento sconvolgente per tutti coloro che lo hanno conosciuto ed amato in questo percorso di vita, che un male feroce e spietato ha interrotto bruscamente, come non avremmo mai voluto ed immaginato. Ora vogliamo stringerci idealmente a tutte le persone che soffrono per la sua perdita. Se ne va un uomo che abbiamo imparato ad apprezzare per le sue doti umane ancora prima che per quelle politiche e amministrative, nelle quali aveva dimostrato di saper eccellere. Da Sindaco del suo paese fino all'attuale impegno in Consiglio Regionale, tante persone hanno potuto apprezzare le sue qualità, la sua passione, la sua integrità e la capacità di affrontare sottovoce, con garbo, ma anche con competenza e qualità, gli incarichi che ha ricoperto nelle istituzioni e nel partito". Queste le parole de capogruppo del Pd in Regione Toscana, Vincenzo Ceccarelli.

"Matteo RenziStefania Saccardi e tutta Italia Viva Toscana piangono Massimiliano Pescini, amico, persona per bene e a lungo compagno di viaggio in politica, fin dai tempi della Provincia. Tengo tanti ricordi a cominciare da quel giorno di festa del 2016 per l'inaugurazione del nuovo stabilimento Laika. Da oggi la politica è più povera perché con Massimiliano Pescini se ne va una figura seria, autorevole, onesta e appassionata. Tutti noi ci stringiamo nel dolore della famiglia e degli amici”. Così una nota di Iv.

Toccante il ricordo dei colleghi consiglieri regionali del Pd: "Massimiliano se n’è andato. Lievemente come era solito fare nella sua vita. Come era lieve quando entrava e usciva dal suo ufficio, nel suo instancabile impegno per stare vicino alla gente, alla comunità nella quale era cresciuto, fino a quella più ampia per la quale stava lavorando in questi anni da consigliere regionale. Una vita che ha attraversato con la leggerezza di una persona gentile e di profondi valori umani quale sicuramente è stato. Ma questo non gli ha impedito di portare avanti con passione e competenza il proprio percorso politico e di amministratore. Per tutti noi, niente sarà più come prima. Questi sono i giorni del dolore per una fine atroce e ingiusta, come solo la vita sa essere. Per ora possiamo solo piangere il compagno, l’amico e il collega che ci ha lasciato e far sentire la nostra vicinanza a tutti coloro che lo hanno conosciuto e amato”.

“Con la prematura scomparsa per una grave malattia incurabile, del consigliere regionale del Partito democratico Massimiliano Pescini, viene a mancare un leale e serio avversario politico. A nome di tutta Fratelli d’Italia Toscana, giunga il cordoglio alla famiglia e a tutta la comunità del Partito democratico”. Così in una nota il deputato Fabrizio Rossi, coordinatore regionale Fratelli d’Italia Toscana.

"Desideriamo esprimere la nostra vicinanza ai familiari del Consigliere regionale Massimiliano Pescini, morto a soli 49 anni a causa di una grave malattia diagnosticata recentemente. Una terribile notizia che ci sconvolge letteralmente. Pescini era un politico preparato e una persona affabile e le nostre più sentite condoglianze le vogliamo, ovviamente, estendere pure a tutti i Consiglieri regionali del Pd, con in testa il capogruppo Ceccarelli". Lo afferma, in una nota, Elena Meini, capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Lega anche a nome dei colleghi del gruppo.

"La notizia della scomparsa di Massimiliano Pescini è una di quelle che ti lascia senza fiato, che ti prosciuga la saliva che ti fa gonfiare gli occhi – scrive Daniele Calosi, Fiom – ho conosciuto Massimiliano durante la vicenda Laika, lui era sindaco di San Casciano. Non ci pensò un attimo a sostenere le ragioni di lavoratori e lavoratrici Laika e della Fiom per il nuovo stabilimento. Occupammo la sala consigliare in cui veniva discussa la variante urbanistica e il Sindaco intervenne portando in quella sala le ragioni del lavoro e dello sviluppo. Un applauso scrosciante lo avvolse nella sua emozione. Oggi In Laika ci lavorano oltre 800 lavoratori, all’epoca erano poco più di 190. Quella battaglia è stata una battaglia vinta dalla lotta dei lavoratori e da Massimiliano: un Sindaco, un politico, un amico, un compagno”.

"La tua intelligenza, la tua sincera passione per la vita politica, la tua umanità, la tua lungimiranza ci mancheranno. Manchi già alla Toscana tutta”, scrivono i consiglieri regionali di Italia Viva sui social.

Cgil Toscana, Cgil Firenze e Cgil Chianti lo ricordano così: “Massimiliano Pescini ci lascia troppo presto, esprimiamo cordoglio e vicinanza ai famigliari e alla sua comunità sancascianese. È stato, come sindaco di San Casciano val di Pesa e poi come consigliere regionale, un amministratore capace e un rappresentante delle istituzioni sempre attento alle questioni del lavoro, sempre sensibile alla rappresentanza sindacale, sempre disponibile all’incontro e al confronto. Oltre alle sue capacità politiche e culturali, va sottolineato anche l’aspetto umano: Massimiliano Pescini è stato una persona attenta e di spessore. Ci mancherà e mancherà al mondo della politica e della società civile fiorentine e toscane”

Il circolo Pd Peretola-Brozzi-Quaracchi ha sospeso le iniziative elettorali programmate “in segno di lutto e di rispetto”; il Pd di Tavarnuzze ricorda Pescini “come una persona sempre disponibile all’ascolto e al confronto per tutti noi e per tutto il nostro territorio, diventando un punto di riferimento per tutti gli amministratori e dirigenti politici”, stesse parole del Pd di Impruneta centro. “Ci è stato vicino in molte occasioni: preparato, autorevole, ironico e di gran spessore.

Lo diciamo fuori dai discorsi di circostanza e con il massimo della fermezza: Massimiliano, un vero esempio trainante sia in ambito politico che istituzionale, chiara dimostrazione che la politica è una cosa onorevole e che riguarda tutti noi. Riposa in pace Massimiliano”, dice il Pd di Marradi.

"Ciao Massimiliano, lasci un vuoto enorme a tutti noi, la tua intelligenza, sensibilità, gentilezza hanno sempre accompagnato la tua attività nelle istituzioni. Un grande uomo, un grande sindaco ma soprattutto una bella persona”, dice Simone Gheri (Anci).

"Un grande dispiacere e dolore, se ne va una persona speciale: quel sorriso che in tanti non dimenticheranno. Un politico vero e generoso, ex sindaco di San Casciano, adesso consigliere regionale”, le parole del sindaco di Lastra a Signa, Angela Bagni.

"Una notizia terribile che non avrei mai voluto ricevere – dice il sindaco di Montelupo, Paolo Masetti – La politica perde un uomo onesto, intelligente, capace, misurato, appassionato”.

"Chi si può vantare di essere stato un "Signore della Politica" se non lui, in un modo fatto di "strilloni", insulti ed esseri "beceri"... Massimiliano Pescini mancherà a tutti noi e il suo vuoto, già in questi mesi si era fatto sentire. Non poteva essere altrimenti per una persona come lui, un vero punto di riferimento sempre misurato ed attento. Mi piace ricordarlo, così a caldo, in una (direi l'unica) discussione che abbiamo avuto durante il Peposo Day 2022, perché nonostante ci trovassimo in quel momento in posizioni diverse, avevamo l'unico scopo comune di trovare una sintesi nel vero spirito di amicizia e politica e, quella discussioni ci vide alla fine ancora più amici di prima. Un saluto sincero ai suoi cari. personalmente posso dire che non lo dimenticherò mai. Perdo un amico e un faro politico!”, dice il sindaco di Impruneta, Riccardo Lazzerini.

"Oggi si fermano i nostri cuori e le nostre menti. Ci ha lasciato Massimiliano Pescini, un uomo buono e intelligente, un politico sincero concreto e lungimirante che ha fatto tanto per il nostro territorio e per Borgo. Massimiliano aveva una dote unica e cioè quella di rispettare le idee altrui dialogando sempre con il sorriso e con la gentilezza. Un collega, un amico del nostro Circolo, sempre presente, al quale non ha fatto mai mancare vicinanza e sostegno. Era un uomo orgoglioso di fare parte della comunità democratica del PD, un uomo che ci ha sempre insegnato a difendere le proprie idee nel rispetto degli altri. Ciao Massimiliano, Grazie. Noi proveremo ad essere come te anche se non sarà semplice”, sono le parole del Pd di Borgo San Lorenzo.

"Non ci sono parole. Una delle più belle persone che abbia mai conosciuto: educata, trasparente e gentile. Condoglianze ai familiari, alla comunità di San Casciano e alla comunità Toscana tutta. Porteremo con noi il tuo sorriso e la tua calma riflessiva”, scrive Matteo Aramini.

“È un giorno di grande dolore – afferma il presidente di Legacoop Toscana Roberto Negrini Massimiliano è stato un protagonista della vita politica locale e regionale di questi anni, per la nostra associazione un interlocutore sempre disponibile al confronto e alla ricerca di soluzioni condivise. La sua scomparsa ci lascia veramente senza parole”.

"Un amministratore serio, intelligente, sensibile e appassionato, con cui abbiamo condiviso molti progetti sullo sviluppo del Chianti”, ricorda il Comune di Castelnuovo Berardenga.

Anche fuori dal suo partito tanti i commenti e i messaggi di cordoglio. Un messaggio arriva da Fratelli d’Italia San Casciano, mentre il Psi Area metropolitana Firenze scrive: “Se ne va un intelligente ed apprezzato politico ma anche un amico di cui ricordo le nostre discussioni politiche sempre nel rispetto delle rispettive idee. Ci mancherai tanto Massimiliano e mancherai tanto a questa comuni”. 

“La sorte a volte è davvero bizzarra – dice Francesco Torselli (FdI) – Una campagna elettorale intensa come quella che stiamo conducendo in 4 regioni, mi avrebbe portato proprio oggi nel collegio elettorale di Massimiliano Pescini. Motivo per il quale ho deciso di annullare tutte le attività previste per la giornata odierna. Massimiliano sarebbe stato il primo a capire quanto è dura rinunciare a un giorno di campagna elettorale, specie in una corsa concentrata come quella delle elezioni europee. Ma ancora più dura è accettare una notizia come quella della scomparsa di Massimiliano; per me oggi non se ne va né un avversario politico né un collega in consiglio regionale: oggi è scomparso un mio amico e con lui le sue immense onestà e lealtà. A Dio Massi”.

"Oggi nessun post di campagna elettorale o altro, solo il silenzio per ricordare ed onorare Massimiliano Pescini, un galantuomo della politica, una persona perbene, un ottimo amministratore che con intelligenza, capacità e passione sincera ha servito la propria comunità fino all’ultimo. Riposa in pace Massi”, scrive sui social Stefania Saccardi.

"Un collega stimato, con cui ci siamo spesso confrontati in consiglio, seppur nella diversità di vedute. Esprimo le mie più sentite condoglianze alla famiglia ed ai colleghi del gruppo Pd di cui era vicepresidente". Così il consigliere regionale e capogruppo di 'Merito e Lealtà' Andrea Ulmi.

 

Lascia un commento
stai rispondendo a