OK!Mugello

Giallo a Careggi: trovata morta una donna di 65 anni in via Niccolò da Tolentino

Il corpo di Maria Teresa è stato trasportato via dall'abitazione dopo l'arrivo della polizia, che continua a lavorare sul caso. Anche il nipote...

  • 130
La scentifica all'opera La scentifica all'opera © Foto cronache Germogli
Font +:
Stampa Commenta

Firenze, 24 giugno 2024 - "Mia nonna è morta". Con queste parole un ragazzo di 17 anni ha chiamato la polizia questa mattina, segnalando il decesso improvviso della nonna nel loro alloggio di via Niccolò da Tolentino, a Careggi. La squadra mobile della questura è intervenuta prontamente sul posto, insieme al magistrato di turno, per compiere i primi rilievi e avviare le indagini.

La donna, Maria Teresa Chavez Flores, peruviana di 65 anni, è stata trovata senza vita nel suo letto. Il nipote ha raccontato agli operatori del 118 e alla polizia che la nonna non si era risvegliata questa mattina. Tuttavia, il giovane ha anche accennato a una possibile aggressione da parte di estranei, ipotesi su cui la Squadra mobile e la polizia scientifica stanno concentrando i loro accertamenti.

Il corpo di Maria Teresa è stato trasportato via dall'abitazione dopo l'arrivo della polizia, che continua a lavorare sul caso. Anche il nipote, visibilmente scosso, è stato accompagnato al pronto soccorso per ricevere assistenza medica e psicologica. Alcuni vicini hanno riferito di non aver sentito rumori particolari provenire dall'appartamento nelle ore precedenti al ritrovamento del corpo.

L'abitazione, situata al primo piano di un ampio caseggiato con un'ala adibita ad alloggi a canone calmierato, era occupata da Maria Teresa e suo nipote da alcuni anni. La comunità è sotto shock per l'accaduto, e molti si interrogano su cosa possa essere realmente successo.

Gli investigatori stanno esaminando tutte le possibili piste, inclusa l'ipotesi di un'aggressione esterna. L'autopsia sulla salma di Maria Teresa sarà fondamentale per chiarire le cause della morte e fornire ulteriori elementi utili alle indagini.

Lascia un commento
stai rispondendo a