Pubblicità

Presente anche l’ex allievo Guido Carotti – Un omaggio sincero e sentito al proprio di Barbiana. E’ l’ultimo libro del borghigiano Massimo Biagioni che, dopo la presentazione in anteprima lo scorso 11 novembre all’Ingorgo Letterario a Borgo San Lorenzo, arriva a Vicchio.

Sabato 22 Dicembre, alle ore 15.30, “Omaggio a Don Milani”
sarà presentato nelle sale della biblioteca comunale grazie alla collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune.

Massimo Biagioni, scrittore mugellano, autore di numerosi volumi, ha tirato fuori dalla polvere un fascicolo pubblicato negli anni ’70 da Radio Mugello. L’emittente borghigiana si chiamava ancora
Radio Mugello Full Music e svolgeva un’intensa attività culturale e politica.

Tra i vari fascicoli pubblicati (storici quelli sull’invaso di Bilancino e sulla Ferrovia Faentina) anche un “Omaggio a Don Milani”. “L’opuscolo – spiega l’autore – proponeva una serie di testimonianze su don Milani che rischiavano di andare perdute. Un atto di deferenza è ammirazione per un uomo che ha lasciato
un segno indelebile nella storia civile, politica e religiosa del paese. Nonostante la breve vita interrotta a 44 anni.

Per dirla con Montanelli, che aspetta la chiesa a farlo Santo?”
Insieme a Biagioni, ancora una volta, uno dei ragazzi di Radio Mugello, il giornalista Riccardo Benvenuti, ed ancora una volta, a gran richiesta, Guido Carotti, uno dei “ragazzi di Don Milani”.

Sarà proprio Carotti a raccontarci le giornate a Barbiana, la scuola, le occasioni di confronto, l’apprendimento, grazie a questo libro che vuol essere semplicemente un omaggio, al difuori di
ogni ricorrenza o data in particolare. Un omaggio ad “prete scomodo”, alla sua forza, al suo insegnamento, alla cultura.

Chi è Massimo Biagioni:
Massimo Biagioni, vive in Mugello ed è dirigente di un’associazione imprenditoriale. Scrive da anni per mestiere e per diletto e si è interessato di tante cose locali, storiche, politiche ed economiche.
Giornalista pubblicista ha animato varie testate giornalistiche e iniziative editoriali. Da queste esperienze sono nate diverse pubblicazioni.
Tra gli altri titoli: “Pietro Caiani. Il Sindaco galantuomo” (2002), Scarpe rotte eppure bisogna andare. Fatti e persone della resistenza in Mugello e Val di Sieve” (2004), “Dove sorge il sol
dell’avvenire. 1964 il viaggio Pontassieve – Mosca” (2014) con Pagnini editore; “Nada. La ragazza di Bube” con Polistampa che gli è valso il riconoscimento “Scrittore toscano dell’anno” nel 2006, “Achtung! Banditen! L’eccidio di Pievecchia a Pontassieve: 8 giugno 1944” (2008), Con Sarnus edizioni “Ai bordi dell’inferno” (2012). Con Mauro Pagliai Editore “Una maestra a colori” del dicembre 2017, un romanzo dedicato alla “sua” maestra elementare.

Pubblicità
Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.