Paolo Bambagioni - Presidente commissione d'inchiesta Bis
Paolo Bambagioni (Pd)
Pubblicità

Notizia flash – La cooperativa Il Forteto ha presentato opposizione contro l’archiviazione di una querela presentata nei confronti del consigliere regionale Paolo Bambagioni, ex presidente della seconda commissione d’inchiesta del Consiglio Regionale della Toscana.

Lo ha rivelato questa mattina (mercoledì 5 dicembre) lo stesso Bambagioni spiegando che la querela sarebbe relativa a quanto dichiarato in due interviste e, riporta il sito internet di Controradio che cita Bambagioni, ‘sostanzialmente per aver dichiarato che non c’è grossa distinzione tra la Fondazione e la Cooperativa’. Staremo a vedere come finirà. L’udienza è prevista per il 18 dicembre.

Scrive in una nota lo stesso Bambagioni:

Paolo Bambagioni, consigliere regionale del Pd e già presidente della seconda commissione d’inchiesta sul Forteto è stato querelato dalla cooperativa per aver rilasciato dichiarazioni, a detta della parte querelante, lesive dell’immagine della cooperativa stessa. Nello specifico si tratta di due interviste rilasciate al sito Affariitaliani.it e a Lady Radio in cui il consigliere ha evidenziato le commistioni tra Fondazione, Comunità e cooperativa. In prima istanza la querela era stata archiviata, ma i legali del Forteto hanno presentato opposizione, e il fascicolo sarà discusso dal gip in un’udienza in camera di consiglio in calendario il 18 dicembre prossimo.
“Cosa ho detto di così grave per meritare la querela? Ho ripetuto una verità emersa con chiarezza sia nella Commissione d’inchiesta del Consiglio Regionale che nelle aule del Tribunale in 3 gradi di giudizio. Mi domando: perché l’hanno fatto? E’ una sfida al lavoro del Consiglio Regionale? Una garbata minaccia? Non lo voglio pensare. Certamente è un’offesa alle vittime che io ho sostenuto e difeso contro i loro aguzzini”, ha commentato Bambagioni, prima di una riflessione conclusiva.

“Se la cooperativa fosse davvero cambiata non mi attaccherebbe, anzi sarebbe onorata di prendere le distanze dal suo pesantissimo passato. Comunque constato che: Fiesoli è a piede libero; le vittime che hanno denunciato sono sotto procedura di licenziamento da parte della Cooperativa; io mi devo difendere dalla querela da parte di chi non solo non ha ancora subito il commissariamento ma che guida ancora saldamente la cooperativa il Forteto. Sarà mica questa la giustizia?”

Pubblicità
Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.