Pubblicità

Si avvicina sempre più la data del referendum sulla fusione dei comuni di Dicomano e San Godenzo. A tal proposito il portavoce del Comitato “Difendi San Godenzo”, contrario alla fusione, ci invia un proprio video messaggio nel quale contesta i processi partecipativi e sottolinea come San Godenzo sia un paese vivo e coeso.

Siamo felici di apprendere che a breve ci comunicheranno la data in cui il cittadino sovrano avrà il potere di decidere il futuro della ‘svendita’ o meno del proprio territorio-dichiara Cristian Petronici portavoce del Comitato Difendi San Godenzo.

Entriamo nel merito dei “percorsi partecipativi” tanto decantati dal Sindaco dell’altro Comune, prima di tutto speravamo, visto l’ingente spesa di fondi Regionali (a quanto abbiamo capito sui 15 mila euro), ci aspettavamo una spiegazione dei vantaggi e svantaggi, come ogni democrazia in maniera totalmente imparziale e non una campagna elettorale per il SI, visto che come ricordava sono stati dati opuscoli e volantini consegnati casa per casa, dove hanno portato fuori progetti che sono più un compromesso e non un progetto di rivalutazione, visto che il maggior bene cioè il Parco Nazionale non e stato quasi toccato. Noi lo stesso lavoro lo abbiamo fatto con i nostri soldi e fatica nel cassettaggio, volantinaggio di tutte le case del comune ed infine sponsorizzazioni. A breve faremo lo statuto sempre con le nostre risorse e siamo fieri di farlo, essendo un comitato prettamente formato da giovani e riteniamo di rappresentare il futuro – dichiara invece il giovane membro di spicco Vittorio Affortunati.

Vogliamo poi ricordare che nel il Comune, che fino a ieri è stato spacciato per finito, le associazioni locali e Pro Loco hanno riempito l’agenda dei eventi estivi di alta qualità e siamo felici che membri del nostro comitato facciano parte della vita associativa del Comune. Ricordiamo che in questo fine settimana si sono svolti 2 eventi a San Godenzo e 1 a Castagno e a Castagno continuerà la tradizione dell’Estate Musicale con grandi nomi della musica Classica. Queste persone che siano per il si o per il No inconsciamente stanno dimostrando che non siamo spacciati, ma anzi bisogna rilanciare grazie a loro San Godenzo essendo un nostro forte SKILL, magari creando un’altra associazione che faccia da tramite con tutte per unire le forze. Magari in un futuro come vogliamo proporre noi, insieme, potremmo creare anche un area campeggio gestita dall’associazionismo, basta dire che siamo morti, noi siamo vivi e vogliamo rilanciare il nostro territorio, mantenendo i nostri limes naturali, niente vieta comunque la collaborazione dei due Comuni. Poi bisogna ricordare alle strutture più grandi che i piccoli territori siano tutelati come la Costituzione cita e che l’accentramento è un errore madornale.

Cristian Petronici Portavoce di Difendi San Godenzo.

Pubblicità
Condividi
Responsabile del quotidiano online OK!Mugello.it, attualmente Project Manager presso Sindimedia Srl. Esperto in comunicazione digitale e delle tematiche relative alla Green Economy, sviluppo sostenibile. Solution manager e consulente per aziende. Ideatore e creativo per progetti di comunicazione online.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.