La Lega Nord  Valdisieve porta a conoscenza dei cittadini di Pontassieve il disagio sofferto da mesi dagli affittuari degli orti sociali presenti in località Veroni a causa della inadeguata ed insufficiente fornitura idrica, indispensabile per l’irrigazione degli orti. Si deve rilevare infatti che, nonostante le ripetute segnalazioni da parte degli stessi affittuari agli organi amministrativi comunali competenti, non si è ancora provveduto ad una radicale e definitiva soluzione del problema.

Dichiara a tal proposito il Responsabile del Gruppo Lega Nord Valdisieve Stefano Carmignani: “In virtù della adesione del Comune di Pontassieve al bando regionale “100.000 orti in Toscana che prevedeva lo stanziamento per il biennio 2017-2018 di circa € 50,000 per la gestione degli orti sociali nel comune di Pontassieve, ci domandiamo come mai sussista ancora oggi una tale carenza di disponibilità idrica? Data l’evidente aridità del terreno come mai si è scelto di destinare  proprio l’area dei Veroni all’assegnazione degli orti? Il bando regionale prevedeva un progetto molto complesso, comprendente ad esempio l’istallazione di bagni pubblici ad uso degli affittuari nonché di una area parcheggio, comunque mai realizzati, eppure nella concretezza non si è provveduto nemmeno a soddisfare il bisogno primario di dotare gli orti sociali di una sufficiente erogazione di acqua“.

La Lega Nord Valdisieve muove dunque la sua critica alla gestione complessiva degli orti sociali da parte dell’amministrazione comunale, a tal proposito, il Segretario Provinciale della Lega Nord Toscana Alessandro Scipioni propone: “è assolutamente necessaria una ulteriore verifica del terreno da parte di un tecnico qualificato e la possibile individuazione, ove presenti, di ulteriori falde acquifere di capacità sufficiente a soddisfare le necessità di approvigionamento quotidiano idrico e altresì a dotare l’area di una struttura di supporto idraulico atta a distribuire in modo equilibrato l’acqua nei singoli orti.”

Termina così il suo “je accuse” Silvio Caminiti referente di Pontassieve Lega Nord dichiarando: “Mi preme inoltre sottolineare come le soluzioni alternative ad una corretta irrigazione, quale ad esempio donare agli orti sociali un paio di cisterne, sono palliativi che hanno il gusto della beffa e della inutile demagogia. Quando si affronta un problema nel proprio territorio è bene portare delle soluzioni definitive , specialmente quando si ricoprono incarichi istituzionali in seno al consiglio comunale rappresentando una importante fetta dei cittadini di Pontassieve”

Condividi

Commenta l'articolo, scrivi qui!