Anni 30 del ‘900. Una famiglia sul calesse verso una fiera (foto di repertorio)
Pubblicità

Domenica prossima 26 agosto 2018, si terrà la quinta edizione della rievocazione dell’Antica Fiera dei Poggi, organizzata dall’Associazione “Salviamo l’Agricoltura” con la collaborazione dell’Unione dei Comuni Valdarno e Valdisieve, l’Associazione Foresta Modello delle Montagne Fiorentine, Foreste Casentinesi e Parco Nazionale. La storia ci ricorda che la “Fiera dei Poggi” è nata come fiera del bestiame che si svolgeva annualmente tra i pastori transumanti ed allevatori sia della Toscana che dell’Emilia Romagna; ad oggi è una festa, un’occasione per trascorrere una giornata spensierata dove chiunque potrà divertirsi attraverso le diverse e variegate iniziative dei solerti organizzatori.

Foto 2
Una scena della Fiera dei Poggi dello scorso agosto 2017.

Nella giornata di domenica 26 agosto 2018, cavalli e cavalieri ci faranno compagnia con i loro spettacoli acrobatici e il battesimo della sella. Gli appassionati di passeggiate porteranno i loro scarponi per un itinerario dove prevalgono i bellissimi panorami dell’Appennino Tosco-Romagnolo, attraversato dalla Linea Gotica, che fu realizzata in punti strategici di osservazione (escursione con guida), gli appassionati del fatto a mano potranno acquistare prodotti artigianali e i buongustai quelli enogastronomici di filiera, adulti e bambini potranno misurarsi nei giochi dimenticati come le corse coi sacchi e il tiro alla fune etc,etc.

Il Passo del Muraglione in una splendida cartolina d’epoca.

L’apertura della fiera è prevista per le ore 10, sarà possibile pranzare presso i vari stand gastronomici della fiera dove è previsto anche menu senza glutine. La manifestazione chiuderà verso le ore 20. Fra le tante manifestazioni ed eventi nel territorio l’antica “Fiera dei Poggi”, fatta rivivere negli ultimi anni, è senza ombra di dubbio una pagina storica della vita rurale di un tempo nel nostro Mugello.

Pubblicità
Condividi
Redattore . Nato a Borgo San Lorenzo nel 1940; giornalista fin dal 1954; autore di circa diecimila articoli di arte, storia, cultura, folclore, costume, sport, vita sociale, civile, religiosa, politica. Appassionato di storia del Mugello, ha dato alle stampe dodici volumi su Borgo San Lorenzo in particolare e sul Mugello in generale. Detiene in archivio 90 mila immagini, dal 1860, di tutto il territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.