Pubblicità

Scrivono dal comitato per il No alla fusione: Dopo una lunga cavalcata durata quasi 12 mesi, cioè da quando il Comitato Difendi San Godenzo fu creato nel dicembre 2017, siamo arrivati al dunque. Domenica e Lunedi prossimi andremo alle urne per decidere del destino del nostro Comune. E’ stato un anno duro ma bello, intenso ed emozionante, perché in un territorio impervio e considerato in un declino inarrestabile un gruppo di ragazzi ha riscoperto l’amore per il proprio territorio e il legame con il suolo patrio impegnandosi in prima persona nella vita pubblica del nostre paese. Ci siamo schierati da subito per il NO, perché eravamo convinti che una fusione tra due soggetti, così diversi in tutto e per tutto, avrebbe portato nell’immediato solo qualche effimero beneficio ma alla lunga molti danni e un’accelerazione della decadenza di San Godenzo. Abbiamo sempre tentato di apportare idee concrete al dibattito e di proporre critiche costruttive, ci siamo confrontati quotidianamente con i nostri concittadini, abbiamo cercato di comprendere le ragioni di quelli a favore della fusione e abbiamo ascoltato quelli contrari. E siamo arrivati al giorno fatidico ancor più convinti delle ragioni del NO. Ciò non significa, assolutamente, che si siano create fratture insanabili con i favorevoli alla fusione. Siamo tutti sangodenzini e voteremo tutti con la certezza nel cuore di fare la scelta migliore per il nostro territorio. L’importante è che si voti: il referendum è il massimo strumento di democrazia diretta a nostra disposizione ed è giusto che decidano i residenti. Quello che è certo è che il nostro Comitato sarà pronto a collaborare e a confrontarsi con il comune unico se la fusione dovesse passare ma, soprattutto, è pronto ad assumersi le proprie responsabilità nel caso in cui San Godenzo restasse comune autonomo, come noi auspichiamo. Grazie a tutti coloro che ci daranno fiducia, a coloro che ci hanno ascoltato e a coloro che hanno dialogato con noi. Questo è il modo giusto per far crescere San Godenzo e il suo territorio.
Cristian Petronici portavoce Difendi San Godenzo

Pubblicità
Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.