Pubblicità

Oggi hanno famiglia e figli ormai grandi, e se una trentina di anni fa gli avessero detto che sarebbero ritornati tutti sulle scene per dare voce a gli stessi personaggi, nessuno ci avrebbe
creduto.

Sono i componenti de La Combriccola di’ nello, la compagnia teatrale di Bivigliano che a distanza di tempo si è riformata con il progetto di riportare in scena L’Acqua cheta, la commedia
brillantissima in tre atti in vernacolo, scritta da Augusto Novelli, un classico del teatro fiorentino, e questo grazie alla regia di Loretta Galli e Claudia Zetti.

Claudia Zetti

“La Combriccola di’Nello nasce a Bivigliano nel 1990 da un’idea stravagante di Loretta Galli, appassionata delle commedie
fiorentine scritte in Vernacolo- ci racconta Claudia Zetti – Il progetto, assai ardito per un piccolo paese di poche anime, vide coinvolti un bel gruppo di ragazzini tra i 15 e i 18 anni, nessuno dei quali conosceva né le commedie nè il vernacolo e forse nemmeno tanto della vita in generale.

L’entusiasmo ed il divertimento dei ragazzi fece da miccia per accendere e coinvolgere la piccola comunità biviglianese nell’allestimento della prima rappresentazione de L’Acqua Cheta, che avvenne dopo circa 1 anno nel Gennaio del 1991 presso il Circolo “La famiglia”.

Al debutto seguirono numerose repliche e Loretta e i suoi ragazzi nel giro di un decennio portarono in scena altre cinque commedie rigorosamente in vernacolo, seguite ognuna da svariate repliche.

Poi nel 2000 la compagnia si sciolse ed ognuno intraprese il suo percorso nell’età adulta. Oggi L’ Acqua Cheta tornerà in scena per una nobile causa: una raccolta fondi da destinare alla Misericordia di Bivigliano.

Dopo 28 anni, da quella pazza, ludica e tenera idea inconsapevolmente farcita di azione educativa, Loretta ha richiamato tutti i suoi ragazzi i quali hanno risposto uno per uno uniti come allora, accompagnati dall’entusiasmo e dalla dolcezza del ricordo decisi a ripetere quella bella avventura per il bene della comunità.

“Stessi ruoli, stessi costumi, più o meno, anche perchè
dopo tanto tempo è stato necessario qualche aggiustamento ma l’entusiasmo e la voglia di rimettersi in gioco non sono mancati.

“Come Pro Loco Vaglia abbiamo sostenuto questa iniziativa
che ha avuto il potere di aggregare le persone attorno a un progetto culturale senza dimenticare poi l’obiettivo benefico a favore delle realtà associative del nostro territorio” ha commentato Sandro Corona presidente di Pro Loco Vaglia.

Dopo il grande successo della scorsa estate, il 7 luglio in occasione della festa del patrono di S. Romolo lo spettacolo venne allestito a Monte Senario con una straordinaria partecipazione di pubblico, tutti accorsi per vedere la versione operetta della commedia, non dimentichiamo infatti la presenza del gruppo musicale, sempre formato da Biviglianesi, la Combriccola di’ nello torna e a grande richiesta, ad esibirsi di nuovo.

E così l’Acqua cheta, la commedia tutta fiorentina che per la prima volta venne rappresentata al teatro Alfieri di Firenze neil 29 gennaio del 1908 tornerà sabato 27 alle ore 21.00 presso i locali
de La Sportiva. Inutile sperare di trovare un posto, i biglietti sono esauriti ormai da tempo.

Pubblicità
Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.