Dopo il successo delle prime 2 edizioni ritorna, il prossimo 15 Ottobre, lo “ Schianti Freeride ” a Rufina (Firenze), l’unico evento in provincia di Firenze dedicato ai Drift trikes, dei tricicli artigianali utilizzati per lanciarsi in discesa sulle tortuose strade di colina o montagna.

Si tratta di una disciplina sportiva nata negli States, molto divertente che unisce il mondo del downhill e quello del drifting automobilistico e che nel giro di pochi anni si è diffusa in tutta Europa, solo in Toscana il numero dei praticanti supera il centinaio.
Praticamente utilizzando questi particolari mezzi a 3 ruote (una sorta di tricicli arigianali) su una discesa asfaltata, la ruota anteriore mantiene aderenza e traiettoria mentre quelle posteriori, essendo in plastica dura, non aderiscono all’asfalto perdendo aderenza e innescando la derapata , un meccanismo che in questo modo rende precaria la tenuta di strada e di conseguenza i piloti sono sempre al limite della permanenza in pista.

All’evento, oltre ai ‘tricicli da drift’, potranno partecipare anche i Longboard, gli Streetluge, gli Inline ed infine le Gravity Bike, altre funamboliche e divertenti discipline provenienti dal mondo dello skateboard, del rollerblade e del ciclismo BMX che fanno della discesa gravitazionale la loro peculiarità.

Inoltre sono stati invitati all’evento alcuni gruppi di “carretti” della zona, come i carretti del Cantamaggio di Barberino del Mugello e le Carrettelle dello Cappello Cup di Donnini.
Al momento risultano iscritti almeno 90 piloti provenienti in principal modo dalla Toscana e dalla Romagna, inoltre si segnalano adesioni dal Piemonte, dalla Lombardia , dalla Liguria e dal Lazio.

La manifestazione organizzata dall’associazione Ykky Group ASD con il patrocinio del Comune di Rufina e della Federazione Italiana Cart’s, l’ente che gestisce a livello nazionale questa singolare disciplina, prevede il ritrovo alle 8.30 in Piazza Umberto I e da lì il via ad una una giornata di discese che si protrarrà fino a tardi pomeriggio.

Il tracciato che ospita il freeride è lungo 2300 metri con una pendenza media del 6,5%, prevede la partenza in località Casi e scende a Rufina da via Luciano Celli fino a Piazza Umberto I dove sarà situato il traguardo.
Non mancherà lo spettacolo , i piloti saranno liberi di cimentarsi in evoluzioni, ‘traversi’, freestyle ed ingaggiare delle piccole bagarre; ci sono tutti gli ingredienti perché sia una bellissima festa di sport all’aria aperta.

Ricordiamo che l’ingresso sul tracciato di gara è gratuito.

Condividi
Redattrice per l'Alto Mugello

Commenta l'articolo, scrivi qui!