Pubblicità

Sarà un weekend di grande ciclismo a Prato tra sabato 14 e domenica 15 luglio. Sabato 14 luglio 2018 sport, cultura, passione e bellezze naturali si incontrano a Prato per la terza tappa del Giro d’Italia di Handbike – Trofeo Gastone Nencini. I circa 80 handbikers iscritti gareggeranno su un circuito rettangolare di quasi 3 chilometri che si svilupperà nel centro città e che toccherà i luoghi più caratteristici del centro laniero.

Lo start da viale Piave alle 17 per attraversare Piazza San Marco, via Ferrucci e girare a destra per via Valentini che porterà i bikers fino alla declassata in via Leonardo da Vinci per girare verso Prato ovest e rientrare in via Carlo Marx, proseguire in via Arcangeli entrare in centro attraverso Porta Frascati e giungere davanti al castello dell’Imperatore, in leggera pendenza, per una chicane da foto verso destra per giungere al traguardo posto in viale Piave davanti al Cassero medievale e all’oratorio Sant’Anna.

La durata della manifestazione sarà di 1 ora e un giro, e il primo classificato darà il termine alla manifestazione. “E’ una manifestazione che unisce sport, sociale e turismo – spiega il Sindaco di Prato Matteo Biffoni – avremo 80 campioni che sfrecceranno lungo le strade della nostra città per conquistare la maglia rosa” “Un evento unico che darà lustro al nostro territorio – illustra Massimo Taiti delegato Coni Prato – la vocazione sportiva di Prato è indubbia e questa manifestazione lo evidenzia” “Prato avrà due giorni di grande ciclismo – dice Silvano Melani, ideatore della Prato Abetone – sabato i campioni dell’handbike per la prima prova che si svolge in Toscana e poi la classica Prato Abetone che è ormai cicloturistica e permetterà a tutte le famiglie di vivere una domenica diversa”

“Il circuito sarà chiuso alle macchine e quindi è necessario che tutti coloro che abitano lungo il percorso – spiega il comandante della polizia municipale Andrea Pasquinelli – lasci libere le strade nelle pomeriggio di sabato fino alle 18,30. Sarà uno spettacolo unico e noi supporteremo l’organizzazione”. “Tutti gli uffici del Comune hanno lavorato per dare valore al Giro – spiega la dirigente Donatella Palmieri – e sono sicura che sarà una grande occasione per far conoscere Prato”.

“La dedica a mio padre è un grande segnale – mette in luce Elisabetta Nencini, figlia di Gastone Nencini – e sarebbe il primo a congratularsi con questi campioni al termine della gara e a festeggiare con loro”. Presenti alla conferenza anche i genitori di Cristian Giagnoni e il presidente della federazione ciclistica pratese Sergio Iozzelli.

Il Village sarà allestito in Piazza delle Carceri con le iscrizioni della 37° Prato Abetone che si svolgerà il giorno successivo (domenica 15 luglio) con start dalle 7,30 alle 8 per una cicloturistica legata alla corsa rosa che porterà i ciclisti dalla pianura alla montagna pistoiese. I partecipanti all’handbike avranno l’iscrizione gratuita e potranno scegliere il percorso classico di 74 km fino all’Abetone dove per l’occasione ci saranno i mercatini estivi e i gruppi folkloristici a suonare o fermarsi a Gavinana nella suggestiva piazza per tornare a Prato.

Punti logistici saranno l’oratorio Sant’Anna e i parcheggi intorno al Castello dell’Imperatore con le strade lungo il percorso che saranno chiuse dalle 16,30 alle 18,30 per dare la possibilità ai bikers di vivere Prato e potersi esprimere ai massimi livelli.
Il tifo pratese sarà per Cristian Giagnoni che correrà per le strade della sua città con indosso la maglia rosa che lo vede in testa dopo due tappe. Il pubblico e i tanti amici hanno preparato striscioni e qualche sorpresa per il “capitano” Giagnoni ma sosterranno i tanti handbikers presenti a Prato per un avvenimento davvero straordinario.

Il centro e tutti gli esercenti avranno delle tovagline rosa per dare risalto alla tappa del Giro d’Italia, ed è stata allestita una vetrina proprio in occasione della tappa pratese.

Al vincitore verrà consegnato il Trofeo Gastone Nencini perchè la tappa è dedicata proprio al grande campione capace di conquistare la maglia rosa al Giro d’Italia nel 1957 e quella gialla al Tour de France nel 1960. La famiglia ha voluto far sentire la propria vicinanza alla manifestazione che mette in strada atleti davvero speciali come era il Leone del Mugello.

Una bella e indimenticabile giornata di sport anche grazie ai ragazzi dell’oratorio sant’Anna che durante il warmup percorreranno insieme ai campioni il tragitto di gara e dopo saranno i primi a fare il tifo ai partecipanti.

L’arrivo sarà lungo viale Piave che diventerà il nodo focale della corsa. Al termine tutti i partecipanti andranno a farsi la doccia per poi ritrovarsi al Giardino Buonamici per il pasta party e le premiazioni finali con la consegna della maglia rosa di tappa.
Il giorno dopo (domenica 15 luglio) tutti in sella per la 37° Prato Abetone con il percorso classico di 74 km che giunge all’Abetone e quello medio di 48 km fino a Gavinana che permetterà di scoprire l’appennino d’estate. Al traguardo musica e i mercatini estivi per poi salire sul Monte Gomito grazie all’ovovia per ammirare il panorama degli appennini tosco emiliani.

Questi gli appuntamenti:

Sabato 14 luglio:
ore 15-15:30: ritrovo atleti presso Piazza delle Carceri;
ore 16-16:30: Riunione tecnica
dalle 16:45: prova percorso di gara
ore 17:00: partenza ufficiale da Viale Piave
ore 18 circa: arrivo Viale Piave
ore 20: Pasta-party e a seguire Premiazioni presso Giardino Buonamici

Domenica 15 luglio:
ore 7:30 – 8:00 partenza 37° Prato Abetone (Piazza delle Carceri)

Pubblicità
Condividi
Redattore . Nato a Borgo San Lorenzo nel 1940; giornalista fin dal 1954; autore di circa diecimila articoli di arte, storia, cultura, folclore, costume, sport, vita sociale, civile, religiosa, politica. Appassionato di storia del Mugello, ha dato alle stampe dodici volumi su Borgo San Lorenzo in particolare e sul Mugello in generale. Detiene in archivio 90 mila immagini, dal 1860, di tutto il territorio.

Commenta l'articolo, scrivi qui!

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.