Il giovanissimo Marco Parigi, grande speranza del ciclismo borghigiano.
Pubblicità

Nonostante che, a pochi minuti dall’inizio della gara ciclistica organizzata dal Club Ciclo Appenninico 1907 di Borgo San Lorenzo (valevole per il 36 Trofeo “Amilcare Giovannini” e il 14 Trofeo “ Vittorio Pini”), abbia iniziato a piovere anche con violenza, mettendo in crisi l’intera organizzazione, poiché la corsa dedicata ai giovanissimi, la manifestazione che poi è stata portata a termine, ha ottenuto un bel successo.

Circa cento erano i ragazzini al nastro di partenza nelle varie categorie. Con grande soddisfazione ben due categorie sono state vinte da due giovani ciclisti biancorossi di Borgo San Lorenzo, cioè Cosimo Bolognesi nella categoria G1° e Marco Parigi (nipote dell’ex presidente del CCA 1907 Giuseppe Parigi), nella categoria G4°. Mentre un altro ciclista mugellano (Duccio Aiazzi della SC “Gastone Nencini” di Barberino) si è imposto nella categoria G2.

Dunque, nonostante il maltempo, questa manifestazione ha avuto il successo che merita nel ricordo due autentici sportivi, che hanno sempre onorato lo sport al di sopra di tutto e di tutti, spendendo tanti anni della loro vita nelle file del Club Ciclo Appenninico 1907 (specialmente Amilcare Giovannini che nel 1946 con Borgo ancora sotto le macerie della guerra, come presidente del GS “Gino Bartali”, con i suoi solerti dirigenti organizzò la prima e la seconda Coppa della Liberazione). Mai ricordato nel catalogo dell’Anpi, nemmeno questa volta. Ma va bene lo stesso, la storia non si cancella.

Ed a proposito della Coppa della Liberazione, giunta alla 73 edizione, la stessa avrà luogo domenica 16 settembre 2018, con partenza alle 14,30 e come le scorse edizioni nel finale ci sarà la grande durissima salita delle Salaiole, che ha positivamente caratterizzato nel finale questa corsa ciclistica. Di questa manifestazione che nostro babbo Amilcare Giovannini volle organizzare dopo la guerra, avremo modo e tempo di riparlare.

Pubblicità
Condividi
Redattore . Nato a Borgo San Lorenzo nel 1940; giornalista fin dal 1954; autore di circa diecimila articoli di arte, storia, cultura, folclore, costume, sport, vita sociale, civile, religiosa, politica. Appassionato di storia del Mugello, ha dato alle stampe dodici volumi su Borgo San Lorenzo in particolare e sul Mugello in generale. Detiene in archivio 90 mila immagini, dal 1860, di tutto il territorio.

3 Commenti

  1. A COPPA DELLA LIBERAZIONE E’ SEMPRE STATA UNA GARA STUPENDA RICORDO LA 1 COPPA DOPO SUBITO LA GUERRA CON I CAMIONCINI VENIVA SEGUITA LA CORSA.NON VOGLIO FAR POLEMICHE MA BORGO HA VISSUTO DAL DOPOGUERRA CON I SINDACI DI SINISTRA E PERTANTO LA VERITA’ DI CHI E’ STATO PROMOTORE DELLA CORSA NON VIENE FUORI.BENE NOI VECCHIETTI PERO’ NESSUNO LO PUO’ CANCELLARE DALLA NOSTRA MENTE.ALDO COME SEMPRE UN ABBRACCIO A TUTTI GLI AMICI CIAO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.