Uno straordinario successo di pubblico, con una sala stracolma ed attenta, ha risposto alla iniziativa che l’associazione Culturale Arzach ha realizzato al Cinema Garibaldi di Scarperia venerdì 10 novembre.

Un a serata tutta al femminile, con al centro la proiezione del docu-film ” Lievito Madre ” realizzato dalla regista Esmeralda Calabria e dalla giornalista Concita De Gregorio, presentato al Festival di Venezia e proposto al Garibaldi in anteprima rispetto all’ uscita nel circuito tradizionale: si tratta della raccolta di interviste realizzate nel corso di un lavoro lungo tre anni e che vede protagoniste e commentatrici della propria storia, nel contesto delle tendenze della società del tempo, donne che hanno segnato la politica ed il costume ma anche semplici lavoratrici (straordinaria la testimonianza di una mondina piemontese), comunque coinvolte con la propria esistenza a segnare la storia ed i cambiamenti del Paese.

Ad aprire la serata, tre donne, componenti del Gruppo Teatrale “Sipario Aperto (Rita Panfili che ha letto due poesie, di Aldo Nove e Frida Kahlo, Nadia Capocchini che ha interpretato un proprio monologo e Sabrina Paldini che ha cantato, con l’accompagnamento alla chitarra di Giorgio Segoni, alcuni brani della tradizione contemporanea anch’essi virati al femminile), che hanno divertito e commosso il pubblico.

Particolarmente interessante la varietà del pubblico, composto in massima parte da donne, con una grande percentuale di giovanissime: un dato importante che sottolinea il valore di queste iniziative sia sul piano simbolico (a fine mese – il 25 novembre- sarà la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, deciso dall’Assemblea Generale della Nazioni Unite) sia come riflessione sul ruolo della cultura e della consapevolezza su un tema così fondamentale del vivere civile.

Un ulteriore segno positivo della serata va letto anche nella disponibilità delle autrici che hanno consentito la proiezione del docu-film in un contesto marginale rispetto ai grandi circuiti della distribuzione nazionale, riconoscendo al Garibaldi ed al lavoro dell’Associazione Culturale Arzach, il “ringraziamento per la richiesta e per il lavoro che fate con il vostro cinema”

Cinema Garibaldi Scarperia

Condividi

1 COMMENTO

Commenta l'articolo, scrivi qui!