Pubblicità

Nel 2019 cade il centenario del sisma avvenuto il 29 giugno 1919, che colpì una vasta area dell’Appennino Tosco-Emiliano, in particolare il Mugello, con un bilancio drammatico di morti e feriti e importanti danni agli immobili.

Tale ricorrenza costituisce un’ulteriore occasione per aumentare in tutta la cittadinanza la consapevolezza del rischio e condividere le condizioni di prevenzione elaborate dagli organi di gestione e di protezione civile. Con questi obiettivi il Comune di Scarperia e San Piero ha siglato un accordo con il Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze, per l’avvio di uno studio dei centri storici per la prevenzione sismica degli edifici.

Docenti, ricercatori e studenti sono già stati a Scarperia nei giorni 24 ottobre e il 21 novembre effettuando rilievi dei prospetti degli edifici e relativa documentazione fotografica.

Il lavoro prosegue e nella giornata di MERCOLEDI’ 12 DICEMBRE dalle ore 10,00 alle ore 13,00 circa, il Dip.to di Architettura dell’Università di Firenze sarà nuovamente a Scarperia nel centro storico con i docenti e gli studenti per effettuare misure delle murature perimetrali dei prospetti al piano terra degli edifici per determinarne lo spessore, ma solo nelle zone prossime agli ingressi dei vani scala e dei negozi.

Il Comune chiede pertanto la disponibilità ai cittadini di favorire l’accesso da parte degli studenti negli ingressi dei vani scala al Piano Terra e nei negozi. Gli studenti del dip.to di architettura dell’Università di Firenze effettueranno le misurazioni delle murature solo al piano terra senza entrare negli appartamenti in nessun caso.

Il Comune ringrazia fin da ora i cittadini per la collaborazione. Per avere maggiori informazioni gli interessati possono contattare l’Ufficio Urbanistica del Comune di Scarperia e San Piero al seguente n. 0558487531.

Pubblicità
Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.