da sx: Cecilia Re (Ass. Comune di Firenze), Luigi Bolli (Palagiaccio), Federico Ignesti (Sindaco di Scarperia e San Piero)
Pubblicità

Prende il nome di “Top Quality” il marchio della Storica Fattoria Il Palagiaccio che identifica il patto di fedeltà tra produttore e distributori. Una rete di promozione, con un logo identificativo, che mira a far conoscere bar, ristoranti, osterie, bistrò e altri locali che scelgono e valorizzano al meglio i prodotti di filiera corta, prodotti nel rispetto delle regole e della tradizione. Un marchio che intende mettere in pratica l’adesione al “Regolamento Unesco per il Centro Storico di Firenze”. Un Regolamento, quello approvato dal Comune di Firenze, che introduce cambiamenti importanti per il mantenimento dell’identità della città, che passa certo per i suoi centri d’arte, ma anche per le tipicità gastronomiche, che vengono proposte ai cittadini e ai tanti turisti che visitano la città, una scelta che coniuga le garanzie per il consumatore ad una concreta prospettiva di sviluppo per le aziende produttrici e agricole toscane.

E il 25 Maggio 2017 a Palazzo Strozzi, nel cuore artistico di Firenze, si è svolto un incontro per presentare appunto le iniziative che l’azienda mugellana intende attuare. L’identità territoriale del nostro cibo, fatta di storia, cultura, tradizione e saperi che viene riconosciuta come un importante patrimonio da tutelare. Con i suoi mille anni di storia, la Storica Fattoria il Palagiaccio, ha scelto di basare la propria attività produttiva sulla valorizzazione del cibo inteso come momento culturale.

Pubblicità
Condividi

Responsabile del quotidiano online OK!Mugello.it, attualmente Project Manager presso Sindimedia Srl. Esperto in comunicazione digitale e delle tematiche relative alla Green Economy, sviluppo sostenibile. Solution manager e consulente per aziende. Ideatore e creativo per progetti di comunicazione online.

Commenta l'articolo, scrivi qui!