Pubblicità

Una parodontite che si manifesta in forma aggressiva fin dalla più giovane età, una malattia autoimmune, una predisposizione genetica o un grave trauma, qualunque sia la causa della perdita dei denti, ciò che conta è intervenire prontamente perché in caso contrario si rischia di dover convivere per lunghi anni con una lunga serie di disagi. Il primo passo è consultare un odontoiatra esperto, che sappia proporre la soluzione più adatta per procedere a una riabilitazione completa, evitando di mettere delle semplici “toppe” al problema.

Una riabilitazione completa consiste nel ripristino di una corretta masticazione e può avvenire mediante l’implantologia osteointegrata, un insieme di tecniche che vanno valutate di volta in volta in base alla situazione del paziente, perché non tutti i problemi di edentulia si possono affrontare e risolvere con gli impianti tradizionali.

Alcuni possono infatti soffrire di atrofia ossea più o meno grave, fattore che può rendere sconsigliabile la scelta degli impianti tradizionali in quanto manca la quantità di osso sufficiente ad ancorare con la necessaria stabilità le radici in titanio. Se la mancanza di osso interessa l’arcata superiore, è possibile procedere con gli impianti zigomatici, ovvero l’innesto della protesi direttamente negli zigomi. Invece, in pazienti che non presentano complicazioni dovute alla mancanza di osso si può optare per l’implantologia a carico immediato All-on-4, una tecnica che consente di ricostruire entrambe le arcate dentali tramite l’inserimento di quattro impianti endossei in titanio, dopodiché si recupera la piena funzionalità in un arco di tempo che può variare dalle 24 alle 48 ore.

Chi affronta la scelta di come sostituire i denti caduti non deve sottovalutare l’importanza dei materiali con cui sono costruiti gli impianti stessi. Il titanio è un materiale biocompatibile di alta qualità, che non dà rigetto e si integra totalmente con l’osso. Una soluzione altrettanto valida sono gli impianti in ossido di zirconio, un materiale non metallico, completamente biocompatibile, che si presenta nel colore naturale dei denti. È molto apprezzato per l’ottimo risultato estetico e per l’assenza di metalli, evitando così reazioni allergiche nei soggetti predisposti. Nella valutazione dei costi è opportuno tener conto del fatto che la qualità dei materiali incide sul buon esito dell’impianto ed è dunque saggio diffidare di prezzi troppo bassi che possono far sospettare la scelta di alternative scadenti. I costi dell’implantologia dipendono in realtà da molti fattori: dalla situazione clinica del paziente, dalla quantità di denti da sostituire e dai materiali con cui sono realizzati gli impianti. Tutti elementi che solo un dentista esperto può valutare in modo completo e professionale, offrendo le garanzie necessarie e suggerendo la tecnica implantologica più adatta, oppure sconsigliandola qualora non sia la strada migliore da percorrere.

Per avere un’idea dei costi ascolta la storia di Moreno, un paziente che ha detto addio a lunghi anni di disagi grazie alla ricostruzione di entrambe le arcate dentarie tramite l’inserimento di quattro impianti per ogni arcata.

Prenderti cura del tuo sorriso è in cima alla lista dei buoni propositi per il nuovo anno? Allora contatta Iris Compagnia Odontoiatrica tramite il numero verde gratuito 800 19 84 19, oppure prenota una visita direttamente online.  

Pubblicità
Condividi

Commenta l'articolo, scrivi qui!

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.